3bmeteo. L’Europa si prepara al grande freddo in arrivo dalla Siberia. Anche al Centrosud nel corso della prossima settimana. 

0
289

Tracollo termico su quasi tutta l’Europa, colpita anche la nostra Penisola, specie centro settentrionale.

IL GELO SIBERIANO PUNTA L’EUROPA E PARTE DELL’ITALIA – E’ ormai confermata un’ondata di gelo di notevole portata per l’Europa, come non si vedeva da anni. Dopo alcuni giorni dallo stratwarming da record il vortice polare troposferico si spaccherà letteralmente, con l’anticiclone che andrà posizionandosi tra Europa settentrionale e l’Islanda. Lungo il bordo destro di quest’anticiclone gelidi venti siberiani, il famigerato BURAN, soffieranno in moto retrogrado su gran parte d’Europa, da Est verso Ovest, portando un deciso tracollo termico dalla Penisola Iberica alla Russia, passando per l’Europa centro settentrionale, l’Italia e i Balcani. Una configurazione che potrebbe avere tempi di ritorno decennali, insomma in altre parole un evento raro che entrerà negli annali, sia per intensità che per estensione. Si comincia dal prossimo weekend e si proseguirà almeno fino ai primi giorni di marzo.

VALORI TERMICI ANCHE DI -20°C SOTTO LE MEDIE DEL PERIODO– Secondo i principali modelli di calcolo, le temperature scenderanno ampiamente sotto le medie del periodo, anche di 15/20°C, tra Spagna settentrionale, Mittleuropa, Area alpina, Stati danubiani e ancora più tra Repubbliche baltiche, Bielorussia e Russia centro settentrionale. Città come Varsavia, Berlino, Monaco, Budapest, Praga, Vienna, poi anche Parigi, Bruxelles e Londra potrebbero rimanere sotto zero per diversi giorni, con forti ripercussioni su trasporti e attività all’aria aperta. Le minime potrebbero così spingersi localmente sin verso i -25/-30°C tra Repubbliche baltiche e Russia, -15/-20°C su Stati danubiani orientali e Balcani settentrionali, -10/-15°C tra Nord Spagna, Francia e Europa centrale.

INTERESSATA ANCHE L’ITALIA SPECIE SETTENTRIONALE – Il freddo raggiungerà anche la nostra Penisola, in particolar modo le regioni centro settentrionali e il versante adriatico, mentre potrebbero essere meno coinvolte le estreme regioni meridionali. Previste isoterme sino a -15/-20°C a 1500m circa, -25/-30°C a 3000 m circa. In termini invece di precipitazioni e nevicate è ancora prematuro fornire i dettagli. E’ comunque altamente probabile che il Mediterraneo reagirà ad una tale offensiva fredda con nuove depressioni e possibili eventi nevosi in pianura non solo al Nord ma anche al Centrosud nel corso della prossima settimana.

 

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here