Consegnata a Salvini lettera commissariamento della “Lega Salvini Premier di Benevento”.

0
96
bty

Si è tenuto questo pomeriggio a Calvizzano (Na), nella suggestiva struttura di Villa Holiday, il tanto atteso incontro tra il leader della Lega Matteo Salvini ed i leghisti campani. Presenti tutte le maggiori cariche regionali della Lega oltre naturalmente ad una immensa folla, sia di tesserati sia di semplici simpatizzanti al movimento, che non ha fatto mancare il proprio sostegno ed il proprio affetto durante tutto l’arco della manifestazione. Grande merito va dato a Biagio Sequino, coordinatore provinciale di Napoli e candidato al plurinominale nel collegio Napoli nord, abile a diffondere, in un territorio come quello campano, il messaggio politico della Lega e ad attrarre attorno a sé un nutrito quanto socialmente variegato numero di sostenitori pronti ad abbracciare in maniera convinta le battaglie che quotidianamente Matteo Salvini porta avanti.
Tanti i temi trattati, tutti attuali ed importanti: immigrazione, riforma della scuola, asili nido. Presente a Villa Holiday anche la delegazione di “Prima il Sannio” che ha portato all’attenzione del leader del carroccio le ataviche problematiche della provincia beneventana, relegata da troppo tempo ai margini di tutti i progetti politici nazionali.
Al segretario federale Matteo Salvini è stata regalata una simpatica confezione contenente le primizie sannite in ambito alcolico: Falanghina del Sannio, Amaro Santa Croce e Liquore Strega celebrativo della storica promozione in A del Benevento calcio.
La delegazione sannita dopo uno stretto e proficuo colloquio ha consegnato nelle mani di Matteo Salvini un documento, corredato da un approfondito dossier, in cui chiede con urgenza il commissariamento della Lega Salvini Premier di Benevento.
Come spiega l’ex vice coordinatore provinciale di “Noi con Salvini Benevento”, dimissionario da stasera, Rinaldo Oropallo: “Siamo rimasti profondamente delusi dalle scelte sconsiderate portate avanti dai vertici regionali del partito e per questo ho consegnato il documento unitario, e le mie dimissioni nelle mani di Matteo Salvini. Per l’ennesima volta non hanno avuto nei nostri confronti la minima considerazione nonostante l’assiduo lavoro che svolgiamo sul territorio. Purtroppo tra i candidati scelti in Campania non figura nemmeno un sannita, non abbiamo un punto di riferimento, qualcuno che senta l’appartenenza al nostro territorio e lotti per il bene di questa terra e dei suoi cittadini. Restiamo comunque a sostegno del centrodestra unica coalizione idonea a guidare il paese.
Alle dichiarazioni di Rinaldo Oropallo fanno eco quelle dell’ex responsabile del dipartimento immigrazione e sicurezza dei salviniani beneventani, dimissionario da stasera, Alfonso Muscetti: “C’è rammarico per il trattamento ricevuto ma questo non fermerà il nostro lavoro, anzi. Il territorio sannita merita rispetto ed attenzione, tanti sono i problemi che lo soffocano da fin troppo tempo, pensiamo alla disoccupazione dilagante, alla viabilità disastrata o ad un tessuto economico ormai al collasso. Serve un cambio di rotta immediato, prima che sia troppo tardi”.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here