Meteo.it. L’eccezionale ondata di gelo tocca il suo picco. Martedì nuove nevicate fino in pianura al Centro-Sud. Giovedì abbondante neve al Nord

0
1336

L’eccezionale ondata di freddo siberiano annunciata da giorni sta per toccare il suo picco massimo. Tra martedì e mercoledì temperature in ulteriore calo specie nei valori notturni e mattutini con minime diffusamente sottozero al Centronord, localmente prossime ai -10 °C nelle regioni settentrionali. In moltissime aree del Nord il termometro non salirà sopra lo zero nemmeno di giorno (giornate di ghiaccio). Il freddo sarà accentuato dalla presenza del vento(effetto wind chill) anche se da martedì tenderà ad indebolirsi in maniera significativa. Il freddo si farà sentire anche al Sud e in Sardegna tanto che è attesa la neve anche in costa nel nordest dell’isola (Olbia, Arzachena). Nella seconda parte della settimana temperature in rapido e sensibile rialzo, ma prima, con l’arrivo nella notte tra mercoledì e giovedì di una perturbazione dalla Spagna, sembra ormai molto probabile l’arrivo di altra neve a bassa quota al Centro ma soprattutto di una copiosa nevicata al Nord nella giornata di giovedì.

Previsioni meteo per martedì. Ancora qualche debole e isolata nevicata fino in costa nelle regioni centrali adriatiche e nel Gargano e a quote di 200-400 metri in Campania, Basilicata e Puglia centrale. Precipitazioni più significative e abbondanti in Sardegna, nevose a quote molto di basse di 200-300 metri nel nord dell’isola ma al mattino la neve imbiancherà anche le coste del nordest (probabile neve a Olbia). Piogge sparse e intermittenti su Calabria e Sicilia, con neve oltre i 700-1000 metri; al mattino neve fino a 200-300 metri nel nord della Calabria. Ampie schiarite al Nord e regioni centrali tirreniche. Clima gelido in tutto il Centro-Nord e molto freddo anche al Sud e Isole. Le temperature potrebbero non superare lo zero anche di giorno al Nord. Venti in attenuazione, a tratti ancora moderati nord-orientali al Centro-Nord. La nostra previsione per martedì ha un Indice di Affidabilità alto al Nord (IdA pari a 85) e medio al Centro-Sud (IdA pari a 75).

Per la giornata di domani, 27 febbraio, la Protezione Civile ha diramato l’allerta gialla di ordinaria criticità per rischio idrogeologico localizzato sui seguenti settori:
– Abruzzo (Bacino del Pescara, Bacino Basso del Sangro, Bacino dell’Aterno, Marsica, Bacini Tordino Vomano, Bacino Alto del Sangro);
– Emilia-Romagna (Bacini romagnoli, Bacini emiliani orientali, Pianura e costa romagnola);
– Molise (Frentani – Sannio – Matese, Litoranea, Alto Volturno – Medio Sangro).
Resta attiva l’allerta gialla in Veneto (Alto Piave) per la criticità idrogeologica che, come afferma la Protezione Civile, è limitata al comune di Perarolo di Cadore (BL), dove permane la situazione di criticità legata alla frana della Busa del Cristo.

Previsioni meteo per mercoledì. Al mattino ancora brevi e deboli nevicate fino in costa tra Abruzzo, Molise e centro-nord della Puglia. Rischio di qualche fiocco di neve fino in costa anche sulla Liguria centro-occidentale. Deboli piogge con neve intorno a 400 nel sud della Sardegna. Nel pomeriggio tendenza a un nuovo generale aumento della nuvolosità con precipitazioni sparse in Sardegna, nevose oltre i 400-500 metri, neve in arrivo anche in Liguria, Piemonte occidentale e Val d’Aosta. Sono queste le prime avvisaglie del nuovo peggioramento che riporterà nella notte neve al Nordovest e regioni tirreniche. Ventoso per venti di Maestrale sul medio-basso Adriatico e sull’alto Ionio, per lo Scirocco in Sardegna e Liguria.

Previsioni meteo per mercoledì. Al mattino ancora brevi e deboli nevicate fino in costa tra Abruzzo, Molise e centro-nord della Puglia. Rischio di qualche fiocco di neve fino in costa anche sulla Liguria centro-occidentale. Deboli piogge con neve intorno a 400 nel sud della Sardegna. Nel pomeriggio tendenza a un nuovo generale aumento della nuvolosità con precipitazioni sparse in Sardegna, nevose oltre i 400-500 metri, neve in arrivo anche in Liguria, Piemonte occidentale e Val d’Aosta. Sono queste le prime avvisaglie del nuovo peggioramento che riporterà nella notte neve al Nordovest e regioni tirreniche. Ventoso per venti di Maestrale sul medio-basso Adriatico e sull’alto Ionio, per lo Scirocco in Sardegna e Liguria.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here