Iliad, al via offerta a 5,99 euro al mese

0
798

Iliad sbarca in Italia con un’offerta “rivoluzionaria”. La compagnia tlc francese offrirà a 5,99 euro al mese “per sempre” 30 giga al mese in 4G+ con minuti ed sms illimitati. Il piano di offerte è stato illustrato dall’ad per l’Italia, Benedetto Levi. La stessa offerta vale anche per l’Europa, con 2 Giga in più. Il costo una tantum per l’acquisto della sim, la spedizione e il costo di attivazione è di 9,99 euro. Il punto di forza di Iliad, che è anche il perno attorno cui ha ruotato tutta la presentazione, è la promessa di “totale trasparenza e semplicità” sui costi del servizio. Cioè, basta costi occulti e “trappole piene di servizi non richiesti”. Ad esempio, nell’offerta lanciata oggi sono compresi i costi della segreteria telefonica, del piano tariffario, dell’avviso di chiamata e dell’sos ricarica.

OFFERTA DA 5,99 – L’offerta da 5,99 euro è rivolta a tutti, ma superato il milione di nuove attivazioni non è dato sapere quanto costerà l’offerta successiva. “Vogliamo premiare i primi utenti”. Anche se le campagne di marketing e di comunicazione del nuovo operatore low cost non sono state svelate, per ora: “Lo scoprirete, contiamo molto sul passaparola degli utenti”, dice Levi in conferenza stampa. L’offerta può essere attivata ovunque in Italia e si appoggia, per la copertura, a un accordo con Wind Tre, anche se Iliad sta lavorando a una sua rete. Per attivare la sim basta recarsi a una ‘simbox’ (una specie di Atm) o negli store aperti finora in Italia che sono geolocalizzati sul loro sito.

LA RETE – Iliad per il momento si appoggia, per la copertura, a un accordo con Wind Tre. “Abbiamo un accordo per offrire la copertura su tutto il territorio nazionale, pressoché vicina al 100% del territorio italiano”, spiega Levi. L’azienda sta però lavorando ad una sua rete. “Abbiamo l’obiettivo di poter contare su nostra rete entro pochi anni. Oggi – spiega l’ad – il focus è il mobile: contiamo di essere un attore di primo piano della telefonia alternativa”.

ATTACCO AI BIG– L’attacco ai big del mercato italiano, Vodafone, Tim, Wind Tre e Fastweb è netto. “Sembra che il cartello lo abbiano fatto per paura di Iliad. E fanno bene: dimostreremo che le cose possono essere fatte diversamente“, dice Benedetto Levi durante la presentazione. E snocciola alcuni dati: “L’anno scorso sono arrivate 120mila denunce sul tavolo dell’Agcom contro gli operatori telefonici. E le autorità sanzionano: sono 18 milioni di euro di multe nell’ultimo anno”. Solo con i costi occulti, secondo l’ad, nel 2017 “gli operatori si sono presi in tutto 4 miliardi di euro”.

POSTI DI LAVORO – Iliad – garantisce Levi in conferenza stampa – investirà oltre un miliardo di euro in Italia nei prossimi anni (“sul medio termine”) e ritiene di “poter creare più di mille posti di lavoro“, sempre nel medio termine. “La nostra – dice Levi – è un’attività economica con un progetto industriale di lungo periodo. Facciamo margini per una struttura snella, da startup”. Con le loro strutture leggere (simbox) per vendere le sim, “possiamo essere profittevoli e sostenibili”. Lo scorso anno l’azienda ha già speso 300 milioni per l’acquisto delle frequenze – cifra compresa nel miliardo di investimenti – e conta già 200 dipendenti.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here