Allagamento Scuola. Ricci chiede un rapporto per quantificare danni

0
119

Il Presidente della Provincia di Benevento Claudio Ricci ha espresso tutta la propria dispiacenza per quanto accaduto presso l’Istituto Tecnico di San Salvatore Telesina (BN) a seguito di una copiosa perdita d’acqua in un bagno. Ricci, che ha preso atto di un primo
rapporto sui danni presentatogli dal responsabile del patrimonio di edilizia scolastica della Provincia, Ing. Michelantonio Panarese, ha innanzitutto voluto esprimere piena solidarietà alla famiglia scolastica dall’Istituto,  in particolare agli allievi in questi giorni impegnati nelle prove di Maturità.

Ricci,  che ha anche ringraziato vivamente i Vigili del fuoco intervenuti sul posto, ha
disposto che nelle prossime ore gli venga consegnato un rapporto definito sull’accaduto ed una quantificazione dei danni.

A tale proposito,  si è appreso che la infiltrazione d’acqua, peraltro imponente, ha interessato prevalentemente se non esclusivamente la controsoffittatura, mentre sembrano del tutto da escludere danni (che sarebbero ovviamente ben più gravi) alle strutture portarti dell’edificio.

In ogni caso, il responsabile del settore edilizia scolastica della Provincia si è dichiarato fiducioso sulla ristrutturazione e positiva risoluzione del problema entro tempi
ragionevolmente brevi.

Per tale ragione Ricci non ha mancato di rassicurare sia la Direzione dall’Istituto che la stessa Amministrazione comunale di San Salvatore Telesino.

Quanto alle eventuali responsabilità personali per l’allagamento, Ricci ha già
allertato l’Avvocatura Provinciale così da tutelare in ogni sede l’ente qualora fosse accertata un’azione volontaria finalizzata a recare danno al patrimonio immobiliare.
Ricci ha dichiarato: “Siamo impegnati tutti i giorni nel tenere
efficienti e nel migliorare i 52 edifici del nostro patrimonio scolastico.

Di recente abbiamo intercettato risorse imponenti, le più alte in Italia, per adeguare le strutture scolastiche al prestigio conquistato dalla Scuola sannita, stiamo partecipando ad un nuovo Bando regionale destinato alle Scuole e insomma non accetto in alcun
modo che si frappongano ostacoli a questa opera di risanamento.

Fa rabbia pensare che altri soldi pubblici debbano essere spesi per far fronte ad un atto di vandalismo – se di questo malauguratamente si dovesse trattare: comunque non cederemo di un millimetro nel nostro impegno a favore della Scuola”.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here