Del Basso De Caro : “Piano Periferie, alla Camera mi batterò per salvarlo” 

1
39
“L’altro giorno ho comunicato telefonicamente al sindaco di Benevento la decisione scellerata del Governo giallo-verde, approvata al Senato, ed annuncio che parteciperò all’incontro con gli altri parlamentari Sanniti e smaschereremo i veri responsabili… Anche se sappiamo bene chi sono”. Così il deputato Dem Umberto Del Basso De Caro componente della Commissione Lavori Pubblici. “Sono più di 100 gli interventi di riqualificazione delle periferie italiane che rischiano di non vedere mai la luce. È la conseguenza di un nuovo capitolo del governo Lega-Cinque Stelle che negli ultimi giorni sembra voler soltanto bloccare quanto fatto finora dai precedenti governi, anche a scapito dei cittadini. Come già ho detto – spiega Del Basso De Caro – con la presentazione di un emendamento al decreto Milleproroghe, l’esecutivo ha tolto la copertura finanziaria al bando Periferie. In pratica la maggioranza ha disposto che l’efficacia di tutte le 120 convenzioni sia “differita all’anno 2020”. Tradotto: vuol dire bloccare una centinaio di progetti di riqualificazione urbana, colpendo quei Comuni che hanno già approvato, finanziato e avviato i loro progetti. È come se la priorità delle politiche grillo-leghiste sia quella di dare in pasto ai propri sostenitori qualcosa che smonti e blocchi quanto messo in campo dai governi a guida Pd, vendendolo come “cambiamento”. Non si spiega altrimenti perché si continuano a bloccare anche quei provvedimenti che possono risultare anche utili al Paese. Si stornano i 2 miliardi di euro del ‘programma periferie’, bloccando progetti elaborati e deliberati dai Comuni, riconosciuti dallo Stato con convenzioni sottoscritte con ogni Comune e registrate alla Corte dei Conti. Progetti concreti, una parte dei quali già in esecuzione, che coinvolgono circa mille Comuni, con sindaci di ogni colore politico. Un taglio brutale. Il provvedimento passerà ora alla Camera per la seconda lettura, prevista a settembre, e ci sarà da combattere per difendere il Piano Periferie – conclude Del Basso De Caro – e io, così come ho sempre fatto, combatterò per salvare questo Piano”.

ARTICOLI CORRELATI


1 COMMENTO

  1. SUL CONTESTATO PIANO PERIFERIE… La parte kafkiana e ridicola della strana vicenda è che proprio quelli che protestano hanno appena approvato tutto all’unanimita’, o hanno per caso votato a loro insaputa?
    Ma vogliamo cominciare a parlare seriamente della soluzione dei veri gravi problemi delle città? Ecco ad esempio, alcune perle amministrative della partitocrazia beneventana, passata e presente, per impoverire, in piena scienza e coscienza, il popolo Beneventano, MA CIÒ Vale, a mio parere, ANCHE PER TUTTA L’ITALIA. Basta effettuare semplicissimi controlli AMMINISTRATIVI alla portata di tutti. È la somma di tante corbellerie simili, in tanti comuni italiani che porta al risultato del colossale debito pubblico accumulato!
    1) (Benevento come proprietaria), da circa vent’anni affitta il nostro PREZIOSO stadio, di circa 30000 posti, per appena 20.000 euro all’anno; di contro, nello stesso periodo, (Benevento come inquilina), ha pagato per l’affitto del cinema San Marco, di circa 800 posti, (e non si capisce per quale maledetto motivo) circa € 60000 all’anno. Vi sembra giusto??? Io mi sento truffato e voi, miei concittadini?
    2) (Benevento come proprietaria), affitta i nostri 2500 appartamenti, mediamente di 5 vani, a meno di €40 medi al mese, con casi limite di €3 al mese; ma nello stesso tempo (Benevento come  inquilina), paga per un buio magazzino interrato, USATO COME ARCHIVIO, la bellezza di circa € 5000 al mese, quando invece potrebbe usare, a costo zero, a tale scopo, alcuni dei numerosi appartamenti o locali comunali inutilizzati. Vi sembra giusto??? Io mi sento truffato e voi miei concittadini?
    3) da notizia stampa di un giornalista col tesserino, che neanche si è accorto della gravità di ciò che ha scritto, si è appreso che il fortunato partecipante unico ad un’asta in busta chiusa, nel consueto mese di agosto, si è aggiudicato un immobile comunale offrendo un euro in più della base d’asta di 170000 euro. Da un semplicissimo accesso agli atti si è appreso che quell’ immobile, DI INTERESSE STORICO, sito in pieno centro storico, consta di Ben 720 metri quadri e quindi in realtà, è stato SVENDUTO al miserrimo prezzo di poco più di €200 al metro quadro, con evidente grave danno al Popolo beneventano! Vi sembra giusto??? Io mi sento truffato e voi i miei concittadini?
    4) E cosa pensate del colossale sperpero di pubblico denaro per il raddoppio della ferrovia Napoli-Bari a zig zag, notevolmente allungato, rallentato ed aumentato di costo nella tratta Cancello- Orsara?  E con un aumento  del tragitto, del costo, dei tempi di esecuzione, del tempo di percorrenza futuro  eccetera  di circa il 60%? 5) E cosa pensate del colossale scandalo, rimasto irrisolto, delle sub aree di Benevento illegittimamente lasciate edificare dal potere politico dirigenziale di questa sfortunata città, con notevole danno alla cittadinanza da mancate urbanizzazioni, standard urbanistici e mancati incassi? 6) E cosa pensate, dello scandalo migranti, ove per assistere, ad esempio, l’equivalente di una famiglia di padre, madre e 5 minori si sperperano circa 180000 € oltre alle spese burocratiche, di soccorso in mare ecc. a fronte dei circa 15000 euro annui con i quali attente casalinghe italiane mandano avanti le loro famiglie senza indebitarle? Il noto psichiatra Alessandro Meluzzi, con riferimento al terrificante omicidio della povera Pamela a Macerata, ci mette in guardia, sostenendo in sintesi, che stiamo importando anche cannibali della pericolosissima mafia nigeriana che ne hanno mangiato cuore e fegato. Ma perché dobbiamo essere esposti a simili terrificanti pericoli per colpa di una partitocrazia da defenestrare senza indugio alcuno???  E per brevità mi fermo qui.
    Ma le corbellerie amministrative, poste in essere non finiscono certo qui!!!  Ma voi, concittadini, fareste amministrare il vostro condominio da amministratori di questo tipo?
    E ancora, Ma a chi è venuta in mente questa colossale corbelleria di delocalizzare  il terminal bus La Salle, dall’attuale  posizione centrale, strategica e comodissima alla periferia di Benevento? È stato accertato che l’ottanta per cento dei lavoratori e studenti che arrivano al terminal bus attuale raggiungono il posto di destinazione senza ulteriori mezzi!!! È una grandissima fortuna avere il terminal bus dove ora si trova, con penetrazione al centro della città senza alcuna difficoltà. Ma questi cervelloni lo immaginano il caos che ci sarebbe per portare questo 80% di viaggiatori dalla periferia della città al posto di destinazione, con ulteriori  mezzi pubblici urbani?Specialmente nelle ore di punta, di apertura e chiusura uffici e scuole??? Ma lo sanno o non lo sanno questi cervelloni che questa attuale posizione del terminal è una grandissima fortuna, come quella delle città di Milano, Napoli, Roma e Firenze che hanno le stazioni centrali che penetrano nel cuore della città? Ma ne capiscono o non ne capiscono almeno qualcosa di trasporti pubblici? Ma ci arrivano o non ci arrivano a capire che addirittura c’è la fortuna di poter realizzare, con poca spesa, una metropolitana cittadina con l’interscambio strada rotaia proprio sotto il terminal? E ciò con una semplice fermata nella galleria Traiano-porta Rufina, in collegamento col terminal tramite ascensore o scala mobile? Spero che almeno i consiglieri comunali ed i parlamentari cittadini del Movimento 5 Stelle vogliono impegnarsi a contrastare queste colossali è deleterie corbellerie!!! E voi concittadini cosa ne pensate? Cosa siete disposti a fare per evitare quest’altro gravissimo danno alla vostra città? Ho saputo che qualcosa di simile accade in quasi tutti i comuni d’Italia. Perciò se vi piace condividete.

LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here