M5S, Ciarambino: “De Luca offende il ministro Grillo e scredita le principali associazioni scientifiche”

0
22

“Con la sua proverbiale superbia il governatore De Luca, oltre ai sistematici volgari attacchi ai suoi avversari politici, ora si mette anche ad offendere istituzioni come il ministro per la Salute Giulia Grillo. E’ grave per il governatore della Campania rivolgersi a un ministro parlando di “scivolate demagogiche” e accusandola di agire su sollecitazione del Movimento 5 Stelle della Campania. La volontà di smantellare il Polo materno infantile all’Ospedale del Mare è diventata per lui una questione di principio, oltre che l’ennesimo atto teso a piazzare primari amici nell’ennesima cardiochirurgia che vorrebbe far sorgere al posto di un reparto salvavita per mamme e bambini. De Luca finge ancora di dimenticare che quanto vorrebbe fare contravviene al dm 70/2015, secondo il quale per un Dea di II livello come ambisce a diventare l’Ospedale del Mare, è necessaria la presenza di ostetricia, ginecologia e pediatria”. Così la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Valeria Ciarambino.

“Contro la volontà di De Luca di delocalizzare il Polo – prosegue Ciarambino – si è espresso in una recente intervista Antonio Chiantera, per anni primario di ginecologia al Fatebenefratelli e oggi presidente dell’Associazione ostetrici e ginecologi ospedalieri italiani, secondo il quale la collocazione naturale del Polo è una struttura come l’Ospedale del Mare, realizzato con i migliori standard di edilizia ospedaliera, completo di tutte le discipline mediche e chirurgiche e per questo in grado di far fronte a tutte le emergenze. Motivazioni sostenute da un professionista esperto e titolato del settore, ma che De Luca bolla come “scemenze”. Le stesse “scemenze” che, come Movimento 5 Stelle, stiamo portando avanti da anni, sostenuti dalle maggiori e più accreditate associazioni scientifiche nazionali di ostetricia, pediatria e neonatologia”.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here