TV7 SOS. Pericolosità muro Campo Scuola, IO X BN sensibilizza il Presidente Di Maria

0
49

Al neo Presidente e alle Autorità preposte, l’Associazione IO X Benevento, su sollecitazione dei Cittadini, chiede di promuovere una attenta e scrupolosa analisi relativamente alle disattenzioni ed alla mancanza di responsabilità che ne scaturiscono.

Già qualche mese fa, abbiamo dovuto segnalare una condizione paradossale di pericolosità che emergeva a causa di un muro di contenimento che perimetra il Camposcuola ex CONI sito in via Duca D’Aosta nel popoloso rione Libertà.

Il muro in oggetto ( angolo via Duca D’Aosta e via Cavuor), in evidente stato di sofferenza con rischio crollo era stato puntellato in maniera palesemente grossolana e lasciato così per mesi e mesi.

Dopo l’intervento di segnalazione promosso dall’Associazione, la Provincia ha provveduto a rifare il muro risolvendo il problema solo in quella sezione.

A questo punto ci chiediamo: come può un Dirigente della Provincia, delegato ai Lavori Pubblici, ripristinare una condizione precaria solo dopo aver ricevuto una segnalazione e lasciare pericolante, senza nemmeno le minime norme per salvaguardare l’incolumità pubblica lo stesso muro a pochi metri di distanza?

Probabilmente, l’inclinazione del muro (via Cavour) che stiamo segnalando, viene considerata normale nel comune di Buonalbergo? Come può essere inquadrata la condotta di un Dirigente che irresponsabilmente non determina nemmeno la recinzione della parte del muro che palesemente sta cedendo?

Evidentemente, non ci si preoccupa proprio del rischio che qualche persona potrebbe subire dei seri danni!

L’analisi è semplice ma tocca alle Autorità preposte agire.

Ricordiamo che quella strada viene praticata da migliaia di persone in concomitanza delle partite del Benevento Calcio.

Per questi motivi, chiediamo al neo Presidente della Provincia di promuovere un’attenta e scrupolosa analisi relativamente a tutte le disattenzioni ed alla mancanza di responsabilità che ne scaturiscono in merito ai Lavori Pubblici.

Continueremo, come già annunciato, a verificare le condizioni che caratterizzano il patrimonio della Provincia.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here