STIR CASALDUNI. CGIL, CISL CHIEDONO INCONTRO AL PREFETTO CAPPETTA

0
11

Le organizzazioni sindacali CGIL, CISL E UIL  chiedono un incontro urgente al Prefetto di Benevento Francesco Antonio Cappetta allarmati dal futuro poco chiaro  dei 52 dipendenti della società Samte srl.

Siamo  in prossimità dell’adunanza dei creditori convocata per il giorno 13 Dicembre p.v., a seguito dell’ammissione da parte del Tribunale  di Benevento, della società Samte srl al  concordato in continuità.

Il futuro occupazionale dei 52 dipendenti della società preoccupa queste OO.SS., che auspicano dalla Regione Campania, creditore principale, un atto di responsabilità e una collaborazione fattiva, come annunciato dal Vice Presidente On. Bonavitacola

La precaria condizione economica e il fermo delle attività, presso lo stir di Casalduni, stanno penalizzando pesantemente i lavoratori che sono stati collocati in cig  ordinaria. Temiamo che gli stessi ammortizzatori sociali possano terminare, a causa delle lungaggini burocratiche, lasciando 52 famiglie senza reddito.

Inoltre, ci preoccupa anche la difficoltà di numerosi comuni di questo territorio, che a seguito del fermo impianto stanno subendo disagi, sia sotto l’aspetto della gestione del servizio della raccolta e trasporto rifiuti ,che sotto l’aspetto economico, per i costi  incrementati a causa del conferimento fuori provincia. Resta nostra convinzione che dell’impianto di Casalduni, non si possa far a meno, ragion per cui, riteniamo prioritario accelerare i tempi del ripristino dell’impianto, che resta strategico per l’intero territorio.

Fiduciosi nella Sua sensibilità per le tematiche dei lavoratori, certi di un suo sollecito riscontro, porgiamo distinti saluti.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here