COLDIRETTI APRE A BENEVENTO IL “NATALE A KM ZERO” CON CAMPAGNA AMICA

0
56

AL MERCATO DEI CAPPUCCINI I DOLCI CONTADINI DEGLI AGRICHEF SANNITI

L’assessore Ambrosone firma la petizione #EatOriginal contro il cibo anonimo

Questa mattina il mercato Campagna Amica di Benevento, che si tiene davanti alla chiesa dei Frati Minori Cappuccini, ha aperto la spesa natalizia a km zero con un omaggio ai visitatori. La tradizione vuole infatti che da domani, festa dell’Immacolata, cominci l’addobbo delle case e la preparazione dei primi piatti natalizi. Per l’occasione gli agrichef sanniti degli agriturismi Campagna Amica, promossi da Coldiretti e Terranostra, hanno offerto i “dolci contadini“, realizzati con ingredienti del territorio: dalla melannurca alla ricotta, dall’olio extravergine d’oliva alle nocciole, dalla farina di grani antichi al miele. L’occasione è stata utile anche per raccogliere le firme per la petizione europea #EatOriginal. Ha firmato anche l’assessore alle Attività Produttive del Comune di Benevento Luigi Ambrosone.

“Le festività natalizie – spiega Michele Errico, direttore di Coldiretti Benevento – sono l’occasione in cui le famiglie si ritrovano intorno al cibo. La cucina natalizia è profondamente legata alle tradizioni contadine. Nel progetto Campagna Amica i consumatori possono ritrovare i valori più autentici di quella tradizione. Nei mercati degli agricoltori possono comprare i prodotti della nostra terra. Così come negli agriturismi della nostra rete possono degustare i sapori autentici, esaltati dalle mani sapienti degli agrichef. L’acquisto a km zero non è solo una scelta commerciale, ma una scelta di trasparenza, di sostenibilità ambientale, di valorizzazione dell’economia del territorio, di contrasto allo spopolamento delle aree rurali”.

La rete degli agriturismi di Campagna Amica nel Sannio si arricchisce grazie alla formazione continua e alla condivisione degli stessi valori di autenticità. Gli agrichef diplomati all’Academy di Campagna Amica si possono incontrare negli agriturismi Masseria Montenero a Cautano, La Vecchia Masseria e La Cascina nel Bosco a Faicchio, La Vecchia Trainella a San Lorenzo Maggiore, Masseria Grande a Bucciano, Il Ristoro del Viandante, La Torretta Baronale e Pietre di Fiume a San Giorgio del Sannio, Masseria Pasqualone e Lisoni aColle Sannita, Masseria Frangiosa e Stella del Taburno a Torrecuso, La Rocca di San Giovanni ad Apice, Masseria Fontana dei Fieri a Pietrelcina, Antico Pozzo degli Ulivi e La Forcina a Sant’Agata de’ Goti, Fattoria Grande a Circello, Corte Ciervo a San Salvatore Telesino, Fattoria Ciabrelli a Castelvenere, Le Peonie aSant’Angelo a Cupolo, Il Melograno a Durazzano, Cantina Morone a Guardia Sanframondi.

 

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here