Musica e Arte, l’associazione “Rao” saluta il nuovo anno

L’Associazione “Massimo Rao” di San Salvatore Telesino saluta il 2019 con eventi dedicati alla musica e all’arte. Un doppio evento che sublimerà l’incontro tra il linguaggio musicale e quello artistico attraverso una tra le più grandi personalità musicali nostrane.

Sabato 5 gennaio, dalle ore 17.30, presso l’Abbazia Benedettina del Santo Salvatore in San Salvatore Telesino, il gruppo musicale Vintage DIECI HP-celebration band presenterà il suo spettacolo dedicato ad una delle massime personalità della musica italiana: Lucio Battisti, il cantautore che più di tutti ha rivoluzionato e personalizzato la canzone tradizionale e melodica. Lo spettacolo musicale sarà arricchito anche dello storytelling e del live painting. Verranno eseguiti oltre venti brani della coppia Battisti-Mogol e la musica sarà alternata con la narrazione. L’attrice Rosalba Carchia illustrerà, con registro radiofonico, la poetica, i significati, le strutture letterarie, l’aneddotica, gli anni, il clima artistico e culturale oltre che la storia dei brani. La pittrice Barbara Maraio, mentre i musicisti suonano, dipingerà in contemporanea un soggetto a tema con la serata.

Il doppio appuntamento si aprirà con la serata di venerdì 4 gennaio. A partire dalle ore 18.00 presso Palazzo Massone a San Lorenzello ci sarà l’evento organizzato in collaborazione con “l’Ente Culturale Schola Canthorum San Lorenzo Martire Nicola Vigliotti”. I Linguaggi dell’arte è una serata in cui si alterneranno quadri d’autore e musica da camera. All’evento l’Associazione presenterà quadri di pittori sanniti quali: Carlo Di Lucrezia, Francesco Libischi, Lorena Pacelli, Alfonso Ruggieri e naturalmente di Massimo Rao. Sarà presentata al pubblico un’opera di Rao acquisita da poco nella Pinacoteca Massimo Rao: un ovale su cartoncino, tempera all’uovo e olio su carta trasportata su tavola. Il quadro rappresenta la Duchessa Maria Luigia D’Asburgo ed è un omaggio che il pittore sannita fu chiamato a fare, insieme a dodici tra i massimi artisti del nostro Novecento, a Parma, in occasione del bicentenario della morte dell’Arciduchessa d’Austria.

Musica ed arte dunque si fonderanno in un’unica armonia per rendere omaggio a due talenti del nostro Novecento. I testi delle canzoni di Battisti, a tratti ermetici, hanno sperimentato ed esplorato argomenti del tutto nuovi in quel periodo storico, proprio come Massimo Rao ha fatto nella sua arte.

Interpreti delle inquietudini, dei mutamenti sociali e culturali di un’epoca, sabato sera i due artisti si incontreranno, seppur virtualmente, in un evento che l’Associazione “Massimo Rao” ha organizzato per rendere omaggio al pittore scomparso e ricordarlo attraverso le canzoni che sono appartenute alla sua giovinezza. L’ingresso al pubblico è gratuito.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here