Meteo Campania: freddo nella fase 10/12 gennaio, ma scarse precipitazioni. Possibile neve solo venerdì 11 su aree localizzate

Si conferma una irruzione fredda abbastanza sterile per la Campania, sotto l’aspetto delle precipitazioni o qualcuna moderata localizzata. Neve moderata e con discreti accumuli, nella notte scorsa, su Sud ed Est Salernitano, fino a 10/15 cm a 6/700, alcuni centimetri a bassa quota e altri su Avellinese. Sul resto del territorio locali piogge sparse e fiocchi esili. In gran parte asciutto oggi, ultime deboli e locali nevicate possibili per venerdì 11. Vediamo dove.

 

La fase più fredda di questa seconda irruzione artica, dall’inizio dell’anno, deve ancora entrare nel vivo. Va detto, tuttavia, che le nubi e le precipitazioni più estese, per quanto abbastanza limitate nella durata, sono già accorse soprattutto nella scorsa notte e temporaneamente nella giornata di ieri. Piogge più diffuse da ieri sera sui settori occidentali centro-meridionali anche con nevicate moderate, come era stato annunciato seppure anche queste dimezzate in un secondo momento, sul Salernitano. Sui settori orientali e meridionali di questa provincia, infatti, si sono avuti accumuli anche nell’ordine di 10/15 cm soprattutto nel Vallo di Diano (foto in evidenza della situazione di stamani a Padula) e nell’area Cilento, anche su area Bussento-Lambro e Mingardo. In linea di massima si tratta di una irruzione fredda abbastanza scarna in fatto di precipitazioni per la nostra regione, o certamente poco continua per l’intera durata dell’irruzione, essendo caratterizzata da correnti portanti poco favorevoli a precipitazioni sulla Campania, di più, invece, sulla Calabria, sulla Lucania e sulla Puglia.

Dicevamo della fase più fredda che deve ancora arrivare e, infatti, si compirà da metà giornata di domani, venerdì 11, e fino al mattino di sabato 12. Tuttavia, anche in questa fase più fredda, l’instabilità risulterà molto scarsa e quella attesa piuttosto circoscritta. Perlomeno, stando ai modelli odierni, ma con buona staticità delle simulazioni instabili già da ieri, le uniche aree che, nel corso della fase più fredda di questa irruzione, potranno essere in qualche modo interessate da fronti instabili sfrangiati e locali nevicate sparse fino a bassa quota, sono quelle del Beneventano centro-orientale e dell’Avellinese, magari parzialmente del Nordest Salernitano.

Essenzialmente su questi settori, dalla metà tarda mattinata di domani venerdì 11 e fino alle ore serali sempre di venerdì, saranno possibili infiltrazioni di nuclei instabili più freddi in azione prevalente su Foggiano e sul Molise orientale, nuclei che potranno produrre delle nevicate irregolari e intermittenti.

A ora, l’azione di questi fronti, ripetiamo anche abbastanza sfrangiati, appare non particolarmente significativa per cui abbiamo dato un range possibili accumuli fino a bassa quota, mediamente compreso tra 1 e 5 cm, volendo significare esso, solo comparse di deboli nevicate ogni tanto e quindi con imbiancate o 1/2 cm, o magari anche qualche azione frontale più insistente con accumuli fino a 5 cm. Le aree interessate sono quelle delimitate grosso modo dalla colorazione in azzurro. Monitoreremo con dati più vicini, specie da domattina, se dovesse esserci un’azione più incisiva, sempre sulle medesime aree citate, con magari qualche accumulo nevoso più importante. Sul resto della regione prevista poco o nulla instabilità, ma con clima decisamente più freddo ovunque e con valori minimi che, specie ove sereno, potranno toccare anche -2/-3°  in collina o fino localmente a bassa quota, specie nella notte su Sabato 12.

Circa i giorni a seguire, è atteso un aumento termico progressivo, magari con più nubi domenica mattino e ultimi fiocchi a 6/700 m sui settori centro settentrionali della regione, per un debole passaggio instabile da Ovest, ma fiocchi piuttosto incerti, da confermare.  Possibili deboli piogge sulle aree centro meridionali per il resto di domenica.  Atteso altro moderato fronte freddo, questa volta meno freddo, tra lunedì 14 e mattino del 15, con locali piogge lunedì, per azione pre-frontale più mite, poi possibili locali fiocchi in media-alta colina martedì 15 mattino. Ma per tutti ulteriori dettagli sul tempo nelle prossime ore, nei prossimi giorni e per il resto di Gennaio, seguire le sezioni interne del sito e la mappa Campania in Home, ove ci saranno aggiornamento  ogni 1/2 ore.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here