Bus in scarpata sull’A16, assolto l’ad di Autostrade. I familiari delle vittime: “Vergogna, non è giustizia”

Giovanni Castellucci, ad di Autostrade per l’Italia, è stato assolto nel processo per il bus precipitato dal viadotto Acqualonga, sull’autostrada A16 Napoli-Canosa, il 28 luglio 2013. Per lui l’accusa aveva chiesto una condanna a 10 anni di reclusione. La sentenza è stata letta in questi minuti dal giudice monocratico del tribunale di Avellino Luigi Buono.

Per l’incidente che provocò 40 vittime erano 15 gli imputati accusati a vario titolo di omicidio colposo plurimo, disastro colposo, lesioni e falso in atto d’ufficio.

“Vergogna, questa non è giustizia”, hanno gridato in tribunale i familiari delle vittime dopo la lettura della sentenza.

ansa

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here