Ucci: “No a trucioli e acqua nelle produzioni vinicole”

In base a tali nuove norme, secondo quanto già avviene negli Stati Uniti e nei nuovi Paesi produttori, sarebbe ammessa anche in Europa sia la produzione di vino con aggiunta di acqua, sia l’utilizzo di trucioli di legno per dare al vino il pregiato effetto barrique. Nella missiva indirizzata a Roberto Laudato, incaricato all’Agricoltura del governo italiano a Bruxelles, si legge: “Le scrivo in qualità di vicesindaco di Benevento e responsabile della regione Campania dell’associazione Città del Vino, nonché dell’intera amministrazione comunale di Benevento, per manifestare la nostra estrema preoccupazione riguardo la discussione sul tema inerente il nuovo regolamento della Commissione che disciplinerà le modalità di produzione per i vini europei, in discussione in questi giorni a Bruxelles.D’accordo con l’Associazione nazionale Città del Vino, la rete italiana dei territori Doc che riunisce oltre 540 Comuni associati, facciamo presente che la pratica enologica in uso nei nuovi Paesi produttori, negli Stati Uniti e ora ammessa anche in Europa va decisamente contro la tradizione e l’identità vitivinicola europea e italiana in particolare. Il vino di qualità non è una bevanda che si ottiene per aggiunta di ingredienti, ma il risultato di un lavoro serio e attento.Il regolamento applicativo che autorizza l’impiego di trucioli di legno per dare al vino un effetto barrique o addirittura l’aggiunta d’acqua non sono pratiche enologiche accettabili, vanno contro l’enologia corrente, sempre più orientata alle produzioni di qualità, che indurrà in confusione il consumatore. Ci auguriamo che l’Italia sbarri la strada all’impiego di queste pratiche che nulla hanno a vedere con la nostra tradizione enologica. Nella scongiurata ipotesi che tali pratiche vengano adottate chiediamo espressamente che almeno vengano segnalate chiaramente in etichetta”. L’assessore Ucci, ha inoltre commentato la recente partecipazione di aziende vitivinicole sannite a Vinitaly, la fiera di Verona dedicata ai produttori di vino.”Colgo l’occasione dell’adesione a questa iniziativa nata per difendere la qualità dei vini italiani – ha sottolineato Ucci – per congratularmi e fare agli auguri alle aziende sannite in virtù del successo raccolto a Vinitaly, senza dubbio la rassegna più importante in ambito nazionale. Un successo che testimonia la grande qualità raggiunta dai nostri vini, a dimostrazione dell’ambizioso progetto avviato già da anni attraverso una continua seria collaborazione con le istituzioni”. (Ascoben – 2092)

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here