Presentato stamani il libro di Michele Benvenuto sull’acqua

Un testo che spero contribuisca ad aprire un dibattito che ponga l’ambiente al centro dell’agenda politica – ha detto il vicesindaco, Raffaele Del Vecchio, nel corso del suo intervento introduttivo -. Il tema dell’acqua è, tra l’altro, presente anche nel programma politico che come coalizione abbiamo sottoposto agli elettori, a dimostrazione della nostra sensibilità nei confronti di questo tipo di problematiche”.”L’aspetto preminente del libro – ha poi aggiunto il presidente del Consiglio, Giovanni Izzo – è rappresentato dalla sua capacità divulgativa. Di qui, quindi, l’augurio che possa entrare nelle case di tutti i beneventani, contribuendo in questo modo ad una maggiore sensibilizzazione rispetto al problema degli sprechi”.”E, a proposito di sensibilizzazione, credo che il testo del professore Benvenuto serva da stimolo anche per gli enti che operano sul territorio, chiamati a svolgere un ruolo importantissimo in tema di tutela ambientale – ha spiegato a sua volta l’assessore all’Ambiente, Enrico Castiello -. Purtroppo, la quasi totalità dei Comuni campani si occupa solo dell’emergenza rifiuti. Una tendenza che, a partire dal nostro Comune, va cambiata”.”Una particolare nota di merito va all’autore del libro per aver operato una raccolta di oltre 2.000 provvedimenti legislativi – ha spiegato il segretario generale dell’Autorità di Bacino Liri, Garigliano e Volturno, Pino D’Occhio -. Un aspetto che impreziosisce ulteriormente un’opera già d’indubbio valore tecnico e divulgativo”.”L’obiettivo che mi sono posto sin dall’inizio – ha concluso l’autore del libro, Michele Benvenuto – è stato quello di suscitare curiosità e interesse per l’ambiente che ci circonda in modo da favorire la riscoperta sincera dei valori ambientali. Tutto ciò che è intorno a noi non è patrimonio di alcuno e, proprio per questo, va usato con prudenza e conservato il più possibilmente integro al fine di lasciare alla future generazioni un habitat il più sano possibile”.(Ascoben – 2286)

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here