Resoconto lavori del Consiglio Provinciale.

I lavori sono iniziati con una proposta del presidente della Provincia Carmine Nardone in merito alla delibera di acquisto da parte della Provincia di un ex Mulino in Telese Terme per ristrutturarlo ed adibirlo a sede di Istituti superiori. “Abbiamo ricevuto – ha detto Nardone – una richiesta del preside per presentare agli allievi, ai docenti, al personale non docente e ai genitori il progetto elaborato dagli Uffici per la ristrutturazione dell’ex Mulino. Si tratta di portare avanti una scelta condivisa nel contesto di un confronto istituzionale. Possiamo rendere visibile – ha proseguito il presidente – in maniera dettagliata quello che diverrà il Mulino e procedere ad un confronto con tutti i soggetti interessati”. Su questa ipotesi di lavoro, Nardone ha chiesto la sospensione della discussione sull’argomento in attesa di organizzare un pubblico dibattito nella cittadina termale. Ed al consigliere Rubano che riteneva tale procedura una espropriazione dei poteri del Consiglio, Nardone ha ribattuto così: “non ci sarà espropriazione del Consiglio; si tratta solo di un atto di cortesia istituzionale e democratica rispetto alle informazioni distorte e sbagliate arrivate all’utenza. Il Consiglio sarà libero di votare come crede, ma sarà confortato da una volontà espressa nel corso di un dibattito ed un arricchimento democratico, diciamo così, condiviso anche con il Sindaco di Telese Terme”. Il Consiglio ha poi proceduto a voti unanimi, su proposta dell’assessore Ciervo, ad una “RIMODULAZIONE PIANO FORESTALE STRALCIO 2006” per un impegno di 1.879.000 euro; e ha quindi deciso unanimemente di accorpare e discutere in altra sedute due atti del Consigliere Barricella in merito al “PROVVEDIMENTO DEL DIRETTORE GENERALE DELL’ASL DI BENEVENTO DI SOSPENSIONE DI TUTTE LE U.O. SEMPLICI SUL TERRITORIO”. L’Assemblea con 3 astenuti, e 12 voti favorevoli ha approvato il provvedimento “AGENZIA SANNITA PER L’ENERGIA E PER L’AMBIENTE “ASEA” – FONDO CONSORTILE – QUOTA DI PARTECIPAZIONE”, resosi necessario, come ha spiegato l’assessore Grimaldi, perché la Provincia ha vinto una gara a livello europeo per la problematica energetica. Si è passati quindi alla votazione a scrutinio segreto del COLLEGIO REVISORI DEI CONTI. La votazione ha dato il seguente risultato: FALDE Vincenzo, nato il 1°.11.55 – Revisore Contabile Presidente, voti 9; GROSSO Michele, nato il 16.12.64, commercialista, voti 8 voti; BOTTICELLA Angelo, ragioniere 3 voti; D’ANDREA Luca Alfredo, nato il 19.5.65 dottore commercialista, voti 3.; DE LUCA Mario, dottor Commercialista, voti 2; CANGIANO Alessandra, nata l’1.8.59, 1 voto; Anna LENGUA, nata il 24.8.64, 1 voto. Non si è registrata però la proclamazione degli eletti da parte del presidente Agostinelli (e pertanto l’esito della votazione è sospesa) a causa del fatto che, mancando l’indicazione della data di nascita di Botticella Angelo, non è stato possibile procedere alla esatta individuazione dell’avente diritto. Il Consiglio ha quindi demandato agli Uffici la verifica dei requisiti. L’Assemblea si è quindi sciolta per mancanza del numero legale.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here