Il delegato della LIPU: non rinnego nulla di quello che ho fatto, ma non prendo lezioni di ambientalismo dall’avvocato Sandrucci

Le motivazioni sono altre e sono riferite soprattutto all’atteggiamento assunto dallo stesso avvocato all’epilogo della vicenda dell’ipermercato Zamparini facendone una questione personale e non valutando invece le strategie più complessive dell’Associazione. Sono perfettamente convinto che l’intervento dei parcheggi intorno all’ipermercato di Zamparini è un attentato all’ecosistema fluviale, tra l’altro l’ho condotta io la LIPU in questa vicenda diverso tempo prima che arrivasse nell’Associazione l’avv. Sandrucci, ma quando la battaglia è persa bisogna anche sapersi ritirare per non perdere la guerra. Abbiamo ancora chilometri e chilometri di fiumi e torrenti che si trovano nel territorio comunale di Benevento che vanno tutelati e valorizzati, ci sono aree dove vivono molti uccelli acquatici che la LIPU ha particolarmente a cuore e che aspettano il nostro intervento decisivo per farle diventare definitivamente aree protette. Archiviata l’ereditata vicenda Zamparini, per la LIPU il banco di prova di questa Amministrazione sarà proprio la considerazione urbanistica che darà alle zone umide intorno alla città, ma solo allora, dopo un confronto che durerà un po’ di tempo, si potranno trarre le somme, così come è stato fatto per la precedente Amministrazione comunale con la quale nessuno può negare che, soprattutto nei primi tre anni di mandato, si sono organizzate attività di valorizzazione degli ambienti fluviali per poi essere tradite da questa nei fatti.Alessandra Sandrucci fa attività ambientalista da appena 2 anni, a confronto dei 15 anni di esperienza del sottoscritto che tra l’altro ha la responsabilità di un’intera associazione con una moltitudine di attività, di cui l’avvocato non si interessa affatto, e di persone che la frequentano lavorando seriamente ma nell’ombra; purtroppo questi aspetti più generali l’avvocato non riesce proprio a capirli pensando che la verità la possieda solo lei. Il vero motivo della revoca della responsabilità del Settore Legale alla Sandrucci è che ultimamente si è sentita così forte da poter stravolgere gli obiettivi e le strategie per raggiungerli della sezione LIPU di Benevento, mentre il sottoscritto crede che un avvocato che presta la sua attività volontaria ad un’associazione debba essere a servizio di questa e non l’associazione a servizio suo. Non a caso la gran parte degli attivisti della LIPU beneventana si è sentita in dovere, firmando un documento, di appoggiare il sottoscritto in questa sua decisione. Benevento, 27 ottobre 2006 Marcello Stefanucci (delegato LIPU-Benevento)

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here