MASTELLA ALLA CAMERA: MI DIMETTO

“Di fronte ad attacchi a mia moglie getto la spugna”. Lo ha detto il ministro della Giustizia Clemente Mastella alla Camera dei Deputati dove ha rassegnato le sue dimissioni, in seguito alla notizia degli arresti domiciliari per la moglie Sandra Lonardo, presidente del Consiglio della Regione Campania. “Mi dimetto perché tra l’amore della mia famiglia e il potere scelgo il primo”, ha detto Mastella.”Avrei potuto operare sottili distinguo – ha aggiunto il Guardasigilli nel suo intervento nell’Aula di Montecitorio – Mi dimetto per essere più libero umanamente e politicamente”.”La decisione di dimettermi, presa senza tentennamenti, è dovuta al mio senso dello Stato”, prosegue nel suo discorso il Ministro della Giustizia: “Nonosante abbia lavorato giorno e notte per dimostrare la mia credibilità e la mia buona fede di interlocutore affidabile per il mondo della giustizia, oggi mi accorgo che sono stato invece percepito da alcune frange oltranziste come un avversario da contrastare, se non addirittura un nemico da abbattere”.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here