Mastella passa al contrattacco.”Contro frange estremiste magistratura”

Questo quanto affermato dal ministro della Giustizia Clemente Mastella in una telefonata in diretta a “Matrix”, aggiungendo che “è proprio per salvaguardare la dignità e la serietà di queste persone perbene che io ho combattuto e continuerò la mia battaglia”.”Alla maggioranza dei giudici italiani va la mia stima, l’affetto e la dedizione – ha aggiunto – ma non a quelle frange che hanno lanciato questo assalto”. Il Guardasigilli non ha poi risposto direttamente alla domanda di Enrico Mentana se confermera’, domani nel corso della conferenza stampa, le dimissioni date oggi a Prodi e respinte dal premier. Ma ha fatto capire che molto probabilmente non tornera’ sui suoi passi. ”Chiedero’ al Csm, quando saro’ piu’ libero nei prossimi giorni, e chiedero’ a chi sara’ a gestire il ministero della Giustizia, di acquisire la parte nascosta rispetto a quando dichiarato dal procuratore” ha infatti sottolineato. E poi ha aggiunto: ”Sono decisioni personali e domani spieghero’ le mie ragioni. Ho fatto e faro’ le mie scelte dopo essermi confrontato con la mia famiglia”. Mastella ha concluso rivendicando le scelte fatte sulla giustizia – ”non mi pento, ho tentato di comporre un equilibrio difficile per un tentativo di riconciliazione tra potere politico e magistratura di cui il paese ha bisogno” – e ha ringraziato il presidente della Campania Bassolino per la solidarieta’ espressa. ”E’ stato molto corretto con me e lo ringrazio molto”.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here