Lavoro nero, maxi operazione nella valle vitulanese. Scoperti 47 lavoratori in nero.

Difatti, nell’ambito di servizi appositamente predisposti dal Comandante Provinciale di Benevento e dopo un’articolata e capillare attività di intelligence, i militari della locale Compagnia, hanno scoperto, in una azienda di Foglianise (BN) che produce capi di abbigliamento, 47 lavoratori completamente “a nero”, in maggioranza donne, utilizzate a prestare la loro attività su macchine da cucire e utensili vari.E’ stato possibile, grazie ad un controllo effettuato sul posto, ricostruire il numero di operai impiegati con un lavoro d’identificazione del personale, con l’analisi di schede giornaliere di lavorazione, dove erano riportati gli orari, i tempi di lavoro e i nomi degli incaricati.L’impresa, quindi, è risultata avvalersi di manodopera utilizzata in dispregio della vigente normativa: i lavoratori in argomento, infatti, erano sconosciuti, oltre che all’erario, anche alle previste forme di tutela previdenziale ed assicurativa. Lo sfruttamento di tale manodopera può quindi avvenire imponendo condizioni di scarsa sicurezza e turni massacranti di lavoro che dipendenti regolarmente contrattualizzati ben possono rifiutare di svolgere.Pesanti le sanzioni che potrebbero piovere sul capo del datore di lavoro. L’importo della sanzione sarà calcolato, difatti, a partire da un minimo di 1.500 euro ad un massimo di euro 12.000 per ogni lavoratore non trovato in regola e di ulteriori euro 150 per ogni giornata lavorativa effettuata.La posizione fiscale dell’azienda è tuttora al vaglio della Fiamme Gialle anche in considerazione degli ingenti ricavi connessi all’impiego delle maestranze in nero.L’operazione di controllo dei militari della Guardia di Finanza, dunque, procederà senza sosta e ad ampio raggio, al fine di evitare lo sfruttamento dei lavoratori che faticano ad ottenere un regolare contratto all’interno di certe aziende, “vittime” consapevoli di un ricatto troppo facile in un territorio, il Sannio, in cui i livelli di disoccupazione sono alti.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here