Il Sindaco Pepe deve riproporlo la coalizione

Alla vigilia di un importante incontro che, quale capogruppo al Comune ha indetto per il pomeriggio di oggi, rivolgendo l’invito oltre che a Pepe, a tutti gli assessori ed i consiglieri che rappresentano il partito a palazzo Mosti, Nicola De Luca precisa che nessuno, all’interno, ha modificato opinione rispetto a quanto già comunicato agli alleati attuali in occasione dell’ultima riunione interpartitica. La risposta, è evidente, ha come destinatario sopratutto l’Api che, poco meno di una settimana fa, ha riaffermato che, se Pepe dovesse andare in quota Pd, non vi saranno problemi ma non si sognassero, quelli del Partito democratico, di volerlo far passare quale candidato dell’intera coalizione. In quel caso, primarie o non primarie, occorrerebbe discuterne e, molto probabilmente, i rutelliani potrebbero proporre un altro nominativo. Ma ecco De Luca: «Non posso che ribadire quanto il Pd ha già spiegato a giugno, ossia stiamo parlando di un sindaco uscente, per cui bisogna parlare di candidato della coalizione e non già di una sola componente dell’alleanza». Analoga fermezza viene mostrata per ciò che riguarda il ruolo delle liste civiche: «Possono sì essere in campo, ma a patto che vadano poi a confluire in uno dei partiti della coalizione». Tradotto, significa che in fatto di assetti sarà ben difficile che becchino qualcosa, a meno che la spartizione non li riguardi all’interno di uno dei partiti. Ma, in occasione della riunione di questo pomeriggio, i bersaniani discuteranno un pò di tutto, prioritariamente c’è da individuare ciò che dovrà farsi in questi pochi mesi, ma sul tavolo, molto probabilmente, il sindaco porterà pure la questione della nomina di una donna in giunta. Pare che il primo cittadino, inariditosi il dialogo con l’Udc, voglia proporre una rappresentante del mondo cattolico o dell’associazionismo. La federazione provinciale Pd, intanto, rende noto che fitto sarà il calendario delle Feste Democratiche locali che si svolgeranno nei mesi di settembre e ottobre, e che culmineranno nella Prima Festa Democratica Provinciale. Sabato 4 settembre ad Apollosa, il primo importante appuntamento con la partecipazione di esponenti ed amministratori locali e provinciali. Incontri sono inoltre fissati per venerdì 10 settembre a cura del circolo di Castelvenere, che sarà impegnato nell’organizzazione della festa locale con la presenza del senatore Enzo De Luca, ed è prevista per il 25 settembre la festa di Telese Terme in compartecipazione con il circolo di Solopaca.«Esprimo immensa soddisfazione per la grande mobilitazione che tanti circoli locali stanno organizzando su tutto il territorio provinciale – dichiara Antonio Iesce, responsabile Feste ed Eventi -. La Festa Democratica è una novità assoluta per lo scenario politico locale; rappresenta un importante momento di incontro e di dibattito tra cittadini, militanti, politici ed amministratori, capace di riportare non con la loquacità delle parole, ma con la realtà dei fatti la politica tra la gente sottraendola alla autoreferenzialità dei salotti. Festa Democratica si è già avuta con successo nel comune di San Leucio del Sannio il 28-29 agosto, così come si avrà a Torrecuso durante il mese di settembre. Le feste democratiche locali troveranno il culmine nella Prima Festa Democratica Provinciale che si avrà durante il mese di ottobre».

IL MATTINO del 1 Settembre 2010

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here