Benevento senza idee soccombe a Terni

Doveva essere la partita che avrebbe dovuto rimettere in corsa il Benevento, invece arriva la prima sconfitta stagionale e questa giornata non fa altro che spezzare, almeno al momento, i sogni dei giallorossi che devono guardare in faccia alla dura realtà che indica la zona play-out. Ancora scelte discutibili di mister Simonelli che preferisce Grauso a La Camera e manda addirittura in tribuna Pintori, l’uomo che forse avrebbe potuto creare qualche grattacapo alla difesa della Ternana; da parte sua Toscano conferma gli stessi undici che sette giorni fa hanno battuto il Carpi.

Ancora l’errore di un singolo – Nella prima frazione di gioco, gli uomini di Simonelli sembravano essere in partita: gara equilibrata, con una leggera prevalenza territoriale dei giallorossi che hanno tenuto per larghi tratti il pallino del gioco. Ma la Ternana è squadra accorta, che difficilmente si scopre e il Benevento fatica a trovare spazi. L’occasione più importante è proprio degli ospiti, al 18′, con D’Anna che, splendidamente servito da Vacca, spara in faccia ad Ambrosi, gettando tutto al vento. Quando il primo tempo sembra avviato a chiudersi sullo zero a zero, arriva un clamoroso errore di Rinaldi che regala di fatto il vantaggio alle fere: si fa anticipare da Litteri che se ne va in fuga sulla fascia e serve per l’accorrente Nolè che, comodamente, deposita in rete. La reazione del Benevento non c’è e così si chiude la partita.

Giallorossi senza idee – Ci si aspettava un minimo di reazione nella ripresa, invece i giallorossi non sono capaci di creare una reazione ragionata, convinta. Anzi, sono confusionari, senza idee, privo di mordente ed è questa la sorpresa più grande, perché finora la squadra aveva mostrato quella determinazione fondamentale per affrontare campionati del genere. La Ternana fa una partita intelligente, controlla senza affanni e punge quanto può in contropiede con un Nolè devastante che ha letteralmente fatto venire il mal di testa ad Anaclerio. Proprio con una ripartenze, i rossoverdi costruiscono il gol del raddoppio: Carcuro riconquista palla a metà campo, vede Miglietta completamente libero a sinistra; l’ex centrocampista dell’Atletico Roma, da ottima posizione, non perdona e trafigge Baican, chiudendo le ostilità. Dopo quattro minuti, finisce la partita: delude, e anche tanto, il Benevento. 

Massimiliano Mogavero per LoStregone.net

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here