Gli occhi dello Stato dentro i conti correnti

Novità importante nella lotta all’evasione fiscale, novità che rischia di complicare ulteriormente i rapporti tra cittadini e Stato in merito di soldi: parte ufficialmente infatti il nuovo Sid (Sistema interscambio Dati) che permetterà all’Agenzia delle Entrate di acquisire automaticamente le informazioni sui conti correnti degli italiani dagli operatori bancari.  

”E’ il colpo di grazia all’evasione: ora non sfuggirà piu’ nulla, ora i conti correnti non avranno più segreti, ora ogni spesa finirà nel grande ‘cervellone’ dell’Agenzia dell’Entrate”. Intervistato da Avvenire, il garante per la privacy Antonello Soro sostiene la novità fiscale al via da lunedì: "E’ l’unico strumento che può funzionare. Vale infinitamente di più di tutte le incursioni a Cortina e di ogni ipotesi di redditometro”.
Dal punto di vista della privacy il nuovo sistema ”era potenzialmente devastante: si entrava pesantemente nella vita dei cittadini. Però abbiamo lavorato un anno fa con la consapevolezza che si rischiava uno scontro tra due diritti: l’equità fiscale tutelata dalla nostra Costituzione e il diritto alla privacy che è un perno della carta costitutiva dell’Unione europea”, spiega Soro. "Ogni dato – assicura – viaggerà su canali blindati e le persone oneste non hanno nulla da temere. Devono solo capire che l’evasione fiscale va debellata, perché fa male al Paese e perché è il terreno di pascolo della criminalità. ‘Chiedo tutela della privacy, ma chi non paga le tasse non deve avere scampo”.  

fonte Tgcom

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here