Raffaele Del Vecchio: “Serve un’alleanza territoriale per dare nuova identità a Benevento e al Sannio”

 

“Per le città medie non ci sarà un domani se non riusciranno a creare sinergia con le altre realtà territoriali. Per questo, in linea con le previsioni dell’Agenda Europea Urbana, il Piano Intercomunale sarà uno dei punti qualificanti della prossima amministrazione da me guidata”. A dichiararlo è il candidato sindaco Raffaele Del Vecchio, che aggiunge: “Il tema è quello di mettere in rete Benevento con i comuni limitrofi di prima cintura perseguendo innanzitutto tre obiettivi: 1) Armonizzare dal punto di vista urbanistico le aree di frangia dei diversi territori comunali; 2) Organizzare meglio l’erogazione di alcuni servizi pubblici essenziali, a partire dai trasporti; 3) Sviluppare i servizi di scala intercomunale, come ad esempio un grande polo del gusto e della qualità, in cui determinare marketing territoriale e promozione della filiera agro alimentare, oppure il polo della logistica e delle merci della catena del freddo”.

“Solo una alleanza di questo tipo ci consentirà di cogliere nuove opportunità, interpretare le trasformazioni economiche e istituzionali in atto e di affrontare le politiche macroterritoriali di area vasta da primi della classe e non più in posizione di subalternità”.

“Ovviamente – prosegue Raffaele Del Vecchio – il mio competitore ha subito equivocato la mia proposta banalizzando l’obiettivo del dato demografico di 100mila abitanti come se Benevento puntasse ad un incremento di popolazione assolutamente impensabile ed anacronistico. La città dei 100mila abitanti esiste già, nei fatti. E’ data dalla popolazione della nostra città e dei comuni vicini ad essa. Bisogna capire se la si vuol governare con degli strumenti agili ed innovativi oppure subirla senza darle una fisionomia ed una strategia”.

“Non mi stupisce la mancata comprensione, da parte di Clemente Mastella, dei processi complessi della trasformazione dei territori. E’ legato ad una logica del Campanile di stampo Medievale, superata e decotta, che ha portato le zone interne dell’Appennino meridionale alla totale subalternità nei confronti delle zone costiere”.

“Noi diciamo basta a questa miopia,- conclude il candidato sindaco Raffaele Del Vecchio – a questa incapacità di essere protagonisti del nostro futuro. Il Piano Intercomunale, peraltro frontiera di tutte le più avvedute politiche urbanistiche europee, sarà uno dei temi di governo centrali del mio sindacato. Un tema che porterà a disegnare una nuova identità per Benevento ed il Sannio. Abbiamo bisogno di progettare il nostro futuro, non di inseguire la nostalgia di un passato che ci ha depresso”.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here