Mensa scolastica. Ingaldi: “Pedà? Nessun impedimento da parte mia allo svolgimento del suo operato”

In merito alle recenti affermazioni apparse sul Mattino del 26 Novembre c.a. ed alle molteplici affermazioni da parte di varie testate giornalistiche in merito a rotture o litigi con la Pedà, l’Assessore Amina Ingaldi rappresenta alcune precisazioni.
Non mi sento in alcun modo in competizione e/o in conflitto con la consigliera  Giuseppa Pedà, incaricata di svolgere funzioni di monitoraggio sulla “ qualità “delle pietanze e la sicurezza complessiva .
Ne mai, oltremodo , ho manifestato volontà ad impedirne lo svolgimento. Ho letto tanto e troppo di litigi tra di noi, a mia memoria mai avvenuti ;  impedimenti da parte mia allo svolgimento del suo operato , chiedo: come avrei mai potuto farlo e perchè ? e soprattutto, quale legittima motivazione avrei potuto averne, avendo a cuore l’efficienza della Mensa scolastica ? Si tratterebbe davvero di autolesionismo.
Smentisco nella maniera più assoluta la mia posizione ostativa all’operato della consigliera Pedà. E spero di non ritornare sull’argomento “ litigi” poichè davvero sono comportamenti ed atteggiamenti che non mi appartengono!
Mi preme qui evidenziare che i due ruoli sono completamente diversi: il mio è un ruolo politico quello della   Pedà è un ruolo tecnico/specialistico. Per tale motivo non mi sento in alcun modo esautorata .
Ho ricevuto la nomina di Assessore con delega alle scuole da parte del Sindaco Mastella e mi onoro di svolgerla nel pieno rispetto delle regole etiche , civili e morali sempre in piena sintonia e in linea con  gli indirizzi programmatici e politici del nostro Sindaco Clemente Mastella . Ancor di più onorata mi son sentita quando il Sindaco ha incaricato la Pedà per i controlli, come professionista esperta, garantendo cosi la completezza di un team operativo ed efficiente. Abbiamo a cuore gli interessi dei cittadini ed in particolare, nella vicenda mensa scolastica, essenziale è  la tutela della salute dei bambini. Nostro unico interesse, mio del Sindaco e della giunta  in tutta questa  vicenda  è che venga svolto un servizio che rispetti le norme sanitarie e che garantisca una buona  qualità dei cibi somministrati nell’interesse della comunità tutta.
Sono convinta che la struttura tecnico-amministrativa, con la regia della professionalità del consigliere Pedà , opererà  al  meglio in  ogni suo aspetto. Da parte mio l’impegno politico a monitorare costantemente , al fine di garantire efficienza e  funzionalità .
Tutto ciò premesso, la mia coscienza di mamma e di libera cittadina scelta in rappresentanza e proiettata dall’espressione elettorale a svolgere tale ruolo, mi porta  a mantenere le promesse  fatte, per ciò che riguarda il “ mio controllo”.
Ho mangiato in mensa, ho visitato il centro cottura, mi sono relazionata con dirigenti scolastici, insegnanti, famiglie e funzionari dell’ ASL , nel pieno delle mie facoltà ma non  rese note  perché in pieno  rispetto dei ruoli.
Sono per la gente sono con la gente.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here