Calcio. Colantuono (Bari): “vincere fuori per torneo di vertice”

“Dobbiamo attrezzarci per vincere partite fuori casa, se vogliamo vivere un campionato di vertice. Di sicuro ce la giocheremo con tutti”. così il tecnico del Bari Stefano Colantuono ha presentato l’anticipo di domani sera al Vigorito contro il Benevento. “Non è partita da dentro o fuori – ha aggiunto cercando di dare un messaggio di equilibrio alla squadra -. La sfida avrà una grande risonanza, ma ne avremo altre da qui alla fine del torneo altrettanto importanti. Non dobbiamo caricarci di troppe tensioni. Il Bari torna a Benevento dopo 42 anni? Ho giocato in quello stadio – ha ricordato l’allenatore – quando ero alla Sambenedettese in C. Lo stadio è dedicato ad una persona a cui sono legato, un amico vero, Ciro Vigorito era il nostro addetto stampa quando giocavo nell’Avellino”. Colantuono ha poi predicato umiltà: “Le partite vanno ‘giocate’ in B, non è facile maramaldeggiare nemmeno se ti chiami Bari. Abbiamo tante difficoltà, ma i progressi arriveranno se avremo la giusta calma. Abbiamo fatto 21 punti, giocando in emergenza, addirittura con esordienti nelle mie prime partite su questa panchina. Ci abbiamo messo una pezza. La squadra si è prodigata. Il bicchiere lo vedo mezzo vuoto, ci mancano però uno o due punti. Ma non basta”. Le scelte tecniche sarà in continuità con il canovaccio tattico visto contro la Ternana: “Lo zoccolo duro è questo. Se il campo dà segnali importanti, li seguo. In difesa punterò ancora su Capradossi e Tonucci”, ha concluso l’allenatore barese.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here