A SCUOLA CON LA GUARDIA DI FINANZA: V EDIZIONE DEL PROGETTO “EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ ECONOMICA”

Il percorso di visite nelle scuole della provincia  da parte del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Benevento prosegue  ed oggi ha fatto  tappa a Castelvenere e Faicchio.
Questa mattina, venerdì 24 marzo, il Ten. Col.  Leonardo Pappone è stato ospite prima presso l’Istituto d’Istruzione Superiore I.P.S.E.O.A. “ G. Salvatore” di Castelvenere e poi  presso  I.I.S. Istituto tecnico per il turismo e Istituto Professionale servizi socio-sanitari odontotecnico di “Faicchio”,  ove si sono tenuti gli  incontri previsti dal progetto “Educazione alla Legalità Economica”  che ha visto prima nella sede di Castelvenere e poi in quella centrale di Faicchio la partecipazione degli   studenti delle varie  classi dei predetti Istituti  .
L’iniziativa  trae origine da un Protocollo d’intesa stipulato  tra il Comando Generale della Guardia di Finanza ed il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ed è  finalizzata a promuovere, nell’ambito dell’insegnamento “Cittadinanza e Costituzione”, un programma di attività a favore degli studenti della scuola primaria e secondaria.
L’intento è di far maturare la consapevolezza del valore della legalità economica, con particolare riferimento alla prevenzione dell’evasione fiscale e dello sperpero di risorse pubbliche, delle falsificazioni, della contraffazione, nonchè dell’uso e dello spaccio di sostanze stupefacenti.
Di concerto con il predetto Dicastero, è stato così sviluppato il progetto denominato “Educazione alla legalità economica” che, anche per l’anno scolastico 2016/2017, prevede l’organizzazione, a livello nazionale, di incontri presso le scuole orientati a:
– creare e diffondere il concetto di “sicurezza economica e finanziaria”;
– affermare il messaggio della “convenienza” della legalità economico-finanziaria;
– stimolare nei giovani una maggiore consapevolezza del delicato ruolo rivestito dal Corpo, quale organo di polizia vicino a tutti i cittadini, di cui tutela il bene fondamentale delle libertà economiche.
All’iniziativa è abbinato un concorso denominato “Insieme per la legalità” che ha lo scopo di sensibilizzare i giovani, tramite il coinvolgimento delle scuole, sul valore civile ed educativo della legalità economica, nonché in merito alle attività svolte dal Corpo in tali settori, favorendo la loro espressione libera, creativa e spontanea sulla tematica.
La conferenza, tenutasi nei locali dei  predetti  istituti  superiori, a cui hanno partecipato in due incontri alle ore 09,30 quello  nella  sede di Castelvenere  e successivamente alle ore 11,30  nella sede centrale di Faicchio,  una ampia ed  attenta  platea  composta da 180 studenti, accompagnati da vari docenti,  è stata  svolta con l’ausilio di metodologie multimediali ed accompagnato  dalla proiezione di filmati. Gli studenti si sono dimostrati molto interessati  e  partecipativi facendo  domande specifiche sulle tematiche trattate.
 Molto interessante è stata anche la testimonianza dell’alunna Marika Romanelli dell’Istituto di Faicchio Castelvenere che è stata premiata nel corso della precedente edizione del concorso  “Insieme per la legalità”  per il migliore lavoro individuale in disegno e che ha parlato ai suoi compagni di classe della sua esperienza a contatto con il Corpo della Guardia di Finanza quando per una settimana nel 2016 ha fruito di un corso di vela  presso la Scuola nautica della Guardia di Finanza di  Gaeta (LT).
L’Ufficiale relatore,  ha anche illustrato le modalità di partecipazione ai bandi di concorso per l’arruolamento nel  Corpo della Guardia di Finanza  indicando che le  notizie di dettaglio  sono sempre reperibili sul   sito www.gdf.gov.it – area “Concorsi On line”.  In particolare del concorso per l’ammissione di 461 allievi marescialli all’89^ corso presso la sScuola Ispettori e Sovrintendenti della Guardia di Finanza, per l’anno accademico 2017/2018 il cui termine  ultimo per la presentazione delle domande scade il 18 aprile 2017.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here