IO X BENEVENTO. L’ASIA allo sbando… e Benevento continua a subire Mastellate!

 

Tanto tuonò che piovve! E’ il caso di dire dopo la defenestrazione dell’incompatibile Quattrociocchi ( senza che il Comune si sia preoccupato di cautelarsi acquisendo prime le informazioni del caso), il Sindaco ha esercitato un’altra “Mastellata”, nominando in qualità di Amministratore unico di ASIA, un “autentico esperto” che avrebbe dovuto possedere un curriculum superiore a quello del suo predecessore ed un’attività manageriale avulsa completamente dalla politica.

In entrambi i casi la mission possible è diventata impossible, forse ancora per non aver digerito i cibi di una cena che più che in bianco aveva il sapore delle beffe.

I motivi? Inanzitutto, perché i suoi pregressi incarichi, più politici che manageriali, danno modo di risalire con chi abbia avuto più rapporti e Nusco pare un luogo molto frequentato dall’Amministratore unico nominato.

Poi, perché dal curriculum del nuovo Amministratore unico abbiamo rilevato:

un’audizione c\o la Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti illeciti ambientali ad esse correlati  ai tempi della GISEC; un’indagine sulla  RIFOMETAL di Nusco per scorie di alluminio che invece che in Norvegia andavano a Taranto; un rinvio a giudizio nel 2016 per appalti frazionati dell’Alto Calore tra il 2010 e il 2013 ( turbativa d’asta).

Per giungere a tanto addirittura il Sindaco ha proceduto anche ad  una riapertura dei termini del bando per motivi ai più sconosciuti, visto che nel primo bando erano arrivate ben 21 proposte.

Considerato che con l’AMTS le cose non stanno andando meglio, la speranza è che Mastella si dedichi sin da adesso alle sagre da organizzare per il prossimo Natale o alla nuova edizione di Città Spettacolo, sua indiscussa vocazione ed evidente passione, demandando alle altrui competenze i destini economici e finanziari della Città sperando che, nel giro di valzer, possa essere concessa l’opportunità ai Consiglieri di maggioranza ed al vicesindaco di turno, di poter prendere contezza della configurazione politica di cui fanno parte e quindi di acquisire una maggiore consapevolezza relativamente all’incisività che essa abbia rispetto alle contingenze della Città.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here