In giro ad estorcere denaro, nonostante gli arresti domiciliari: coppia di coniugi in manette

I Carabinieri della Compagnia di Baiano hanno tratto in arresto una coppia di coniugi ritenuti responsabili di evasione, tentata estorsione e porto abusivo di coltello.

La sera di Natale, durante un normale controllo alle persone sottoposte a restrizione della libertà personale, i militari della Stazione di Avella hanno constatato che i citati coniugi, lui 42enne e lei 33enne, entrambi di Sperone e con a carico precedenti di polizia, benché sottoposti agli arresti domiciliari, non erano in casa.

E’ stato quindi messo in atto un dispositivo finalizzato al rintraccio dei due soggetti: grazie all’approfondita conoscenza del territorio i Carabinieri non hanno tardato a rintracciarli mentre a piedi percorrevano la SS 7 Bis.

Alla vista della Gazzella i due hanno tentato vanamente di sfuggire al controllo. Prontamente bloccati, all’esito di perquisizione personale i militari operanti hanno rinvenuto un grosso coltello occultato nella tasca dei pantaloni indossati dall’uomo.

L’immediata attività d’indagine ha permesso altresì di stabilire che poco prima gli stessi si erano resi responsabili di una tentata estorsione: con minacce verbali e la foratura dei pneumatici dell’auto hanno cercato di costringere una persona del luogo a consegnare del denaro, che avrebbero verosimilmente utilizzato per l’acquisto di droghe.

Condotti in Caserma, dopo le formalità di rito, i due arrestati sono stati associati presso la Casa Circondariale di Bellizzi Irpino, a disposizione della Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal Procuratore Dott. Rosario Cantelmo.

 

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here