Carceri campane. Repola (USPP):” Personale trascurato, maggiore vivibilità e nuove assunzioni”

In merito ai fatti accaduti recentemente nelle carceri della Campania (Carcere di Benevento, Istituto Penitenziario di Sant’Angelo dei Lombardi, Carcere di Ariano Irpino…..) il delegato regionale Campania USPP, Maurizio Repola, opportunamente ha ribadito: “il personale della Polizia Penitenziaria, negli ultimi anni, è stato del tutto trascurato da parte delle competenti Autorità; basti pensare ai mezzi vetusti e non idonei per il trasporto dei detenuti, al vestiario che viene consegnato in ritardo, alla insufficienza di personale in tutti gli Istituti Penitenziari.

Oggi la Polizia Penitenziaria ha bisogno di nuova linfa anche in considerazione del fatto che l’età media di un poliziotto è di circa 54 anni per cui è impensabile che un solo agente possa lavorare in una sola sezione detentiva che ospita ben 100 detenuti.

Nel contempo è necessario intervenire anche per assicurare una maggiore “vivibilità” nelle Carceri che oggi presentano strutture inidonee ad ospitare detenuti con gravi patologie mediche, quali quelle psichiatriche”.

Il delegato regionale Campania di USPP conclude col ringraziare tutti i colleghi per il lavoro reso giornalmente con abnegazione e professionalità ed auspica un urgente tavolo istituzionale per approfondire le innumerevoli problematiche esistenti e per gestire al meglio la loro risoluzione nell’interesse sia del personale di Polizia Penitenziaria che dei detenuti stessi.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here