FUTSAL AVERSA 7 – ANSI FORMAZIONE BN5 4 (pt. 2-2)

Serie C1 – 2a giornata

 

ANSI FORMAZIONE BN5: Prozzillo, Serino M., Russo B., Campano, Pazzi, Campolongo, Iannelli, Griffini, Lanni, De Simone, Offreda, Aquino. All. Sorice

ARBITRI: Viviani di Nocera Inferiore e Santarpia di Castellammare di Stabia

RETI BN5: 3’ e 15’pt Russo B., 16’st Offreda, 18’st Campano

AVERSA – Pomeriggio da archiviare il prima possibile per la squadra dell’Ansi Formazione Benevento 5, sconfitta fuori casa dal Futsal Aversa in una gara caratterizzata dall’espulsione dell’estremo difensore sannita Prozzillo dopo pochi giri di lancette, reo di aver colpito il pallone con le mani fuori area. L’episodio, apparso dubbio ma gestito con un rosso diretto e con troppa fretta dalla coppia arbitrale, inevitabilmente ha scombussolato i piani della compagine giallorossa che era passata in vantaggio con un acuto di Battista Russo, salvo subire il pareggio con l’uomo in meno. Poco più tardi è stato ancora Russo a timbrare il cartellino ma a trenta secondi dall’intervallo, Mauro Serino tra i pali non è apparso per nulla impeccabile ed ha permesso all’Aversa di realizzare il 2-2 dopo tante occasioni sciupate dall’Ansi Formazione Benevento 5 per andare sul 3-1.

Nella ripresa il micidiale uno-due dei casertani ha reso tutto difficile per i giallorossi che hanno provato la mossa del portiere in movimento, tuttavia senza fortuna perché i locali hanno dilagato fino al 7-2, agevolati ancora dalla giornata storta di un Mauro Serino forse tradito dall’emozione di essere al debutto stagionale. Nonostante il passivo, nel finale c’è stato un autentico forcing degli ospiti in gol con Offreda a Campano con la palla del possibile 7-5 che si è stampata sulla traversa, salvo poi ricadere sulla linea di porta e su questo episodio sfortunato sono tramontate le possibilità di rimonta dei sanniti.

Senza dubbio ci aspettavamo una gara diversa – ha affermato il dg Antonio Collarile – ed a mio avviso, nell’economia della sfida, ha giocato un ruolo importante l’espulsione di Prozzillo. Forse, essendo la partita alle sue fasi iniziali, sarebbe stato necessario un po’ di buon senso da parte della coppia arbitrale tenendo anche conto che alle spalle del nostro portiere c’erano altri calcettisti in grado di intervenire. Da lì in poi il match ha preso una piega strana ed abbiamo pagato qualche errore di troppo tra i pali, ma tutto sommato sono cose che possono anche succedere nel corso di una stagione a patto però di cambiare subito registro perché così non si va da nessuna parte. Serve più attenzione da parte di tutti perché in C1 non esistono gare scontate e ne abbiamo avuto subito la conferma pur scendendo in campo da favoriti”.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here