Lepore (PD): “DOS non ancora approvato dal Consiglio Comunale”

“L’Amministrazione Comunale annuncia che “grazie al Dos redatto l’ente potrà accedere a finanziamenti per circa 18 milioni di euro.”
A questo punto viene spontaneo chiedersi di cosa parliamo, se è vero com’è vero che il Consiglio Comunale di Benevento non ha ancora approvato il Documento di Orientamento Strategico.
Ragion per cui, se ci riferiamo a finanziamenti da incamerare grazie al Dos, questi 18 milioni per adesso non esistono, visto che sono indissolubilmente legati all’approvazione in Consiglio Comunale  del Documento di programmazione.
Al riguardo, va sottolineato il senso di responsabilità di questa minoranza consiliare che in occasione della variazione di bilancio “per inserimento risorse per assistenza tecnica per attività di preparazione del programma integrato città sostenibile” si astenne sulla delibera per dar modo all’amministrazione di velocizzare tutti gli atti necessari e propedeutici alle stesura del Documento di orientamento strategico, nella piena consapevolezza che il Dos sia uno strumento di programmazione fondamentale, rappresenta l’unica strada percorribile per intercettare finanziamenti europei.
Alla base c’è peraltro una complessa attività, che prevede incontri con il partenariato sociale ed economico locale, che costituisce la cornice analitica strategica per i processi di pianificazione urbana di investimenti per lo sviluppo. Si sono avuti questi incontri? Se sì, cosa hanno prodotto? Quali gli asset su cui puntare?
Ad oggi, dopo quella variazione di bilancio, dopo la nomina dei tecnici avvenuta con determina dirigenziale, di questo Dos non si conosce né il contenuto e nemmeno le linee fondamentali.
In qualità di consigliere di minoranza chiedo all’Amministrazione di accelerare gli atti propedeutici ed arrivare velocemente  ad un confronto sul DOS  affinché Benevento possa usufruire di quei 18 milioni oggi previsti nella ripartizione città medie e degli ulteriori milioni di euro che, esperienza insegna, verranno elargiti a chi ha progettazione coerente col proprio piano strategico e con gli asset previsti dalla agenda. Sperando di arrivare ai circa 40 milioni di euro che la precedente amministrazione riuscì ad intercettare con opere che in parte sono già state realizzate, e in parte sono ancora in fase di completamento.”
Cosimo Lepore

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here