Turnazioni dei lavoratori del servizio di emergenza – criticità. La denuncia della CGIL 

La FP CGIL BN  rileva una poco  chiara turnazione che coinvolge i lavoratori del servizio di emergenza 118, ove alcuni operatori  sono soggetti a turnazioni continue e consecutive anche di 24 ore, in completa e palese discontinuità con le previsioni  contrattuali che prevedono  turnazioni di sei ore intervallate da smonti e riposi. Grave il caso, afferma Pompeo Taddeo della CGIL,  di una lavoratrice nostra iscritta, titolare di legge 104 per motivazioni personali, soggetta a turnazioni di 12 ore che impediscono, in tutta evidenza, una regolare prosecuzione delle terapie legate ad una personale patologia. Tale organizzazione del lavoro del tutto illogica non viene altresì pianificata e comunicata con anticipo neppure al responsabile del servizio di emergenza presso la centrale operativa, creando diverse difficoltà all’ intero sistema organizzativo, con pesanti ricadute sullo stato di salute degli stessi operatori, costantemente esposti in balìa di decisioni calate dall’ alto l’ ultimo giorno di ogni mese. A tale seria problematica, ha detto il segretario della CGIL Pompeo Taddeo,  si è chiesto di porre rimedio nel breve tempo, in mancanza del quale saremo costretti ad adire le competenti autorità militari ed ispettive dislocate presso gli uffici dell’ Ispettorato del Lavoro di Benevento.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here