Serie BKT, la corsa promozione s’incrocia con quella salvezza: al via la 10a di ritorno

La decima giornata di ritorno della Serie BKT, al via con l’anticipo tra Pescara e Cosenza, diventa cruciale per la classifica con la corsa promozione che s’incrocia con quella salvezza. Il Palermo e l’Hellas Verona vanno a caccia del Brescia, nei match rispettivamente contro Carpi e Ascoli. Sfida testacoda anche per il Crotone, avversario del Lecce, mentre per il Padova c’è il Perugia di Nesta. Cerca riscatto il Foggia che, dopo il ritorno di Grassadonia, affronta allo Zaccheria il Cittadella, stesso obiettivo del Benevento che riceve lo Spezia di Pasquale Marino. Completano il quadro Livorno-Salernitana e Venezia-Cremonese.

Venerdì 15 marzo ore 21

Pescara-Cosenza

Stadio con tradizione negativa l’Adriatico-Cornacchia per i colori rossoblu quando giocano in casa del Pescara: 25 i precedenti ufficiali con 12 successi biancazzurri, 11 pareggi e 2 vittorie calabresi, ultima delle quali risalente al 22 ottobre 1967 in C, 2-1 (reti di Lodi per i padroni di casa, Fanti e Ruggero per i rossoblu). In altre circostanze, tuttavia, lo stadio abruzzese è stato benevolo per il Cosenza, a cominciare dal giugno scorso, quando – vincendo 3-1 sul Siena la finale playoff di Lega Pro – i rossoblu hanno staccato il pass per la Serie B.

Probabili formazioni:

Pescara (4-3-3): Fiorillo, Balzano, Gravillon, Scognamiglio, Perrotta, Memushaj, Bruno, Crecco, Marras, Monachello, Antonucci. All. Pillon.

Cosenza (3-5-2): Perina, Capela, Dermaku, Legittimo, Izco, Bruccini, Sciaudone, Mungo, D’Orazio, Litteri, Tutino. All. Braglia.

Arbitro: Illuzzi.

Diffidati: Bruno, Campagnaro, Memushaj (Pescara); Garritano, Legittimo, Palmiero, Tutino (Cosenza).

Squalificati: Mancuso (Pescara).

 

Sabato 16 marzo ore 15

Benevento-Spezia

Benevento sempre vittorioso nei 2 confronti ufficiali al Vigorito contro lo Spezia, ambedue riferiti alla stagione 2016/17: 1-0 in regular season di Serie B, 2-1 nei playoff che lanciarono per la prima volta verso la promozione in Serie A i sanniti.

Probabili formazioni:

Benevento (3-5-2): Montipò, Antei, Volta, Caldirola, Letizia, Tello, Viola, Crisetig, Improta, Insigne, Coda. All. Bucchi.

Spezia (4-3-3): Lamanna, De Col, Terzi, Ligi, Augello, Bartolomei, Ricci, Mora, Da Cruz, Galabinov, Okereke. All. Marino.

Arbitro: Giua.

Diffidati: Asencio, Crisetig, Di Chiara (Benevento); Bartolomei, Capradossi, Crimi, Gyasi, Okereke (Spezia).

Squalificati:

 

Foggia-Cittadella

Sono 4 i confronti ufficiali a Foggia tra le due squadre e mai è uscito il pareggio. In bilancio 2 successi rossoneri e 2 veneti, con padroni di casa sempre a segno nei 360’ presi in esame, per un totale di 8 gol. Particolarmente significativa la sfida giocata il 31 marzo 2016, vinta 4-1 dai pugliesi che rappresentava la finalissima di andata della Coppa Italia di Lega Pro, che poi i rossoneri alzarono, pareggiando nel ritorno – quindici giorni dopo – 4-4 al Tombolato.

Probabili formazioni:

Foggia (3-5-2): Leali, Tonucci, Billong, Ranieri, Zambelli, Gerbo, Greco, Deli, Kragl, Chiaretti, Iemmello. All. Grassadonia.

Cittadella (4-3-1-2): Paleari, Cancellotti, Adorni, Frare, Benedetti, Settembrini, Iori, Branca, Schenetti, Moncini, Finotto. All. Venturato.

Arbitro: Baroni.

Diffidati: Deli, Martinelli, Tonucci (Foggia); Adorni, Camigliano, Iori (Cittadella)

Squalificati: Busellato (Foggia).

 

Livorno-Salernitana

Tradizione negativa per la Salernitana a Livorno, vittoriosa una sola volta in 21 sfide ufficiali, 3-2 nella Serie C-1 1978/79 (D’Angelo su rigore e doppietta di Gabbriellini, gol toscani di Mondello e Di Bartolomeo su rigore, 9 giugno 1979). Non solo, i campani sono senza gol all’Ardenza da 457’, con ultima rete firmata Lombardi in Livorno-Salernitana 1-1 del 23 febbraio 1986, in Serie C-1.

Probabili formazioni:

Livorno (3-4-1-2): Zima, Gonnelli, Di Gennaro, Boben, Valiani, Agazzi, Luci, Fazzi, Diamanti, Raicevic, Giannetti. All. Breda.

Salernitana (3-5-2): Micai, Pucino, Migliorini, Gigliotti, Casasola, Odjer, Akpa Akpro, Minala, Lopez, Calaiò, Vuletich. All. Gregucci.

Arbitro: Di Paolo.

Diffidati: Giannetti. Murilo, Porcino (Livorno); Akpa Akpro, Jallow, Lopez Gasco, Mantovani, Minala, Pucino (Salernitana).

Squalificati:

 

Padova-Perugia

Il Padova è imbattuto in 5 precedenti ufficiali contro il Perugia: 3 successi veneti e 2 pareggi. Solo in un’occasione in questi 450’ i biancoscudati non hanno segnato, nello 0-0 della Serie B 1968/69.

Probabili formazioni:

Padova (4-2-3-1): Minelli, Morganella, Andelkovic, Ravanelli, Longhi, Calvano, Madonna, Capello, Baraye, Mbakogu, Bonazzoli. All. Bisoli.

Perugia (4-3-1-2): Gabriel, Rosi, Sgarbi, Gyomber, Mazzocchi, Falzerano, Carraro, Dragomir, Verre, Vido, Sadiq. All. Nesta.

Arbitro: Abbattista.

Diffidati: Bonazzoli, Trevisan (Padova); Bianco, Falasco, Gabriel (Perugia).

Squalificati:

 

Ore 18

Hellas Verona-Ascoli

L’Ascoli ha vinto 4 volte a Verona – su un totale di 23 precedenti ufficiali – con ultimo successo l’1-0 datato 14 dicembre 2003, in Serie B, con rete determinante di Antonelli Agomeri al 45’.

Probabili formazioni:

Hellas Verona (4-3-3): Silvestri, Crescenzi, Marrone, Bianchetti, Vitale, Gustafson, Colombatto, Henderson, Lee, Di Carmine, Laribi. All. Grosso.

Ascoli (4-3-1-2): Milinkovic-Savic, Laverone, Brosco, Padella, D’Elia, Addae, Troiano, Frattesi, Ninkovic, Berretta, Ngombo. All. Vivarini.

Arbitro: Pillitteri.

Diffidati: Lee, Marrone, Zaccagni (Hellas Verona); Addae, Ardemagni, Brosco, Cavion, Ninkovic, Troiano (Ascoli).

Squalificati: Dawidowicz (Hellas Verona); Ganz (Ascoli).

 

Domenica 17 marzo ore 15

Palermo-Carpi

Perfetta parità nei 3 precedenti ufficiali a Palermo tra le due squadre: 1 successo per parte ed 1 pareggio, con rosanero sempre in gol nei 270’ presi in esame, 7 gol totali.

Probabili formazioni:

Palermo (4-4-2): Brignoli, Rispoli, Bellusci, Rajkovic, Aleesami, Trajkovski, Jajalo, Haas, Falletti, Nestorovski, Puscas. All. Stellone.

Carpi (4-4-1-1): Colombi, Pachonik, Sabbione, Poli, Pezzi, Jelenic, Coulibaly, Vitale, Pasciuti, Piscitella, Arrighini. All. Castori.

Arbitro: Massimi.

Diffidati: Bellusci, Falletti (Palermo).

Squalificati:

 

Venezia-Cremonese

Il Venezia ospita la Cremonese per la 28a volta con segno dominante il pareggio, uscito in 13 occasioni. I padroni di casa hanno vinto 9 volte contro le 5 grigiorosse.

Probabili formazioni:

Venezia (3-5-2): Vicario, Coppolaro, Modolo, Fornasier, Zampano, Segre, Bentivoglio, Pinato, Bruscagin, Citro, Di Mariano. All. Cosmi.

Cremonese (4-4-2): Agazzi, Mogos, Terranova, Claiton, Migliore, Emmers, Castagnetti, Arini, Soddimo, Piccolo, Montalto. All. Rastelli.

Arbitro: Marini.

Diffidati: Di Mariano (Venezia); Boultam, Claiton (Cremonese).

Squalificati: Bocalon (Venezia); Caracciolo, Strefezza (Cremonese).

 

Lunedi 18 marzo ore 21

Crotone-Lecce

Nei 20 precedenti ufficiali a Crotone tra le due squadre domina il pareggio, uscito 12 volte. In vantaggio – nel conto delle vittorie – il Lecce, 4 a 2, con rossoblu che hanno vinto l’ultima volta il 25 gennaio 1970, 1-0 in Serie C con rete decisiva di Seghezza.

Probabili formazioni:

Crotone (3-5-2): Cordaz, Curado, Spolli, Golemic, Sampirisi, Benali, Barberis, Rohden, Milic, Simy, Machach. All. Stroppa.

Lecce (4-3-1-2): Vigorito, Venuti, Meccariello, Lucioni, Calderoni, Petriccione, Tachtsidis, Majer, Mancosu, La Mantia, Falco. All. Liverani.

Arbitro: Piccinini.

Diffidati: Molina (Crotone); La Mantia, Palombi, Scavone (Lecce).

Squalificati:

Precedenti segnalati da Calcio & Social Communication.

Nella foto di Nicola Ianuale il calciatore del Palermo Trajkovski.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here