Acquirente Unico: Péruzy, ‘con Portale Consumi più strumenti per consumatori’ (2)

(AdnKronos) – “La blockchain – continua Péruzy – consentirà anche ai piccoli produttori e ai prosumer di vendere la propria energia ad altri utenti della rete senza l’intervento di intermediari, grazie ai cosiddetti smart contract. Tuttavia, per sfruttare questo potenziale, oltre a mercati che diano flessibilità, servono i dati, che devono essere dati validati, ufficiali, che diano legittimità a un sistema così complesso e difficile da regolamentare. Anche su questo una banca dati pubblica come quella di AU che registra, traccia e verifica tutte le informazioni, può supportare lo sviluppo di questa tecnologia”. Il tema dei dati del loro utilizzo sono di primaria importanza, l’accesso ai quali deve avvenire nel pieno rispetto della privacy.

Quando si tratta di dati e informazioni relativi al consumatore, rileva Péruzy, “bisogna valutare gli impatti che la diffusione pubblica di una certa tipologia di dati, può generare sui vari attori del mercato. In questo campo ci vuole molta cautela e devono essere sempre valutate le finalità e bilanciate le posizioni in campo”.

In questo contesto l’innovazione è anche uno dei fattori di sviluppo della competitività e della crescita economica di un paese. “Nel Piano Energia Clima la tecnologia – conclude Péruzy – ha un ruolo chiave per il raggiungimento degli obiettivi fissati. Questi sono validi solo se accompagnati da un efficace programma di investimenti in infrastrutture e digitalizzazione. In un paese che cresce sempre troppo poco, occorre l’intervento dello Stato, occorrono politiche pubbliche più convincenti, adeguate e durature”.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here