Cina: Bernini, ‘Memorandum capestro, folle mantenere tlc nell’accordo’

Roma, 24 mar. (AdnKronos) – “Il memorandum firmato ieri con la Cina dai Cinque Stelle in nome dell’Italia è ancora peggiore di come è stato descritto. Dice infatti che ‘le parti collaboreranno nello sviluppo della connettività infrastrutturale in settori di reciproco interesse (strade, ferrovie, ponti, aviazione civile, porti, energia e telecomunicazioni)’, passaggio cruciale in cui la sigla 5G non è citata, ma è come se lo fosse”. Lo dichiara Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia.

“Dunque: nella grande guerra commerciale di questo secolo, che passa attraverso il controllo delle tecnologie avanzate, delle telecomunicazioni e del sistema 5G, l’Italia si è preventivamente schierata con il nemico sistemico dell’Occidente, la Cina, che punta alla leadership globale imponendo al mondo le regole illiberali su cui si basa il suo mercato. E’ sconcertante – incalza Bernini – la superficialità con cui Conte e Di Maio hanno sottostimato i rischi di condizioni finanziarie e industriali che potrebbero danneggiare il sistema Paese”.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here