Tlc: accordo Comune Verona, Tim e Agsm per sviluppo della ‘Smart City’

Verona, 25 mar. (AdnKronos) – Verona sarà tra le prime città d’Italia ad avviare la sperimentazione dei servizi di nuova generazione “Smart and Interactive City”, basati sull’innovativa tecnologia NB-IoT (Narrowband-Internet of Things) e sul 5G, in grado di migliorare la qualità della vita dei cittadini attraverso soluzioni riguardanti la sicurezza, i trasporti, il turismo e la valorizzazione del territorio.

Sono questi i principali ambiti di applicazione dell’accordo siglato oggi dal Comune di Verona, TIM e AGSM (Azienda Generale Servizi Municipali di Verona), che ha l’obiettivo di dare impulso alla trasformazione digitale del territorio e proiettare in questo modo Verona verso il modello di “città intelligente”, grazie allo sviluppo di servizi e soluzioni innovative adatte a soddisfare le sempre più specifiche necessità di tutti i soggetti, pubblici e privati.

I dettagli del progetto, che con la firma del Memorandum of Understanding è entrato nella fase operativa, sono stati illustrati dal Sindaco di Verona, Federico Sboarina, dal Responsabile Sales Nord Est di TIM, Roberto Collavizza, e dal Direttore Generale di AGSM Verona, Daniela Ambrosi. Il piano di sperimentazione prevede di individuare, studiare e concretizzare specifiche iniziative verso servizi di Smart city nel territorio del Comune di Verona, sviluppati da TIM in collaborazione con Olivetti (il polo digitale del Gruppo), attraverso l’uso della tecnologia NB-IoT e del 5G.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here