“Io sono speciale”. Raccontare l’autismo agli studenti dell’Alberti

“Io sono speciale”. Raccontare l’autismo agli studenti. È questo il tema dell’incontro che si è tenuto oggi, 11 aprile 2019 presso l’Istituto d’Istruzione Superiore “G. Alberti” di Benevento a piazza Risorgimento. L’intento delle docenti organizzatrici ,Stefania Silvestri e Rachele Scocca, è stato quello di promuovere un approccio consapevole all’autismo e  la conoscenza delle principali strategie d’intervento ,nell’ottica di una sinergia virtuosa tra Scuola, Enti locali e Territorio. Ad introdurre i lavori sul delicato argomento dello spettro autistico è stato il dirigente scolastico dell’Alberti, Giovanni Liccardo , attento moderatore della Convention,durante i quali, interventi di alto spessore professionale hanno tentato di “entrare” in punta di piedi in quel «mondo che pochi conoscono bene….quindi oltre! Oltre quello che “tu vuoi che io sia”, dentro a ciò che “io sono”» .Ad aprire il convegno con “Autismi e Autistici” è stata la dott.ssa Maria Abriola, psicologa e analista del comportamento del Centro Relax di Benevento. A seguire la dotto.ssa Rosanna Piscitelli, neuropsicomotricista e Assistente alla Programmazione reparto ABA del Centro Relax di Benevento,con “Intervento e Strategie di Trattamento”.Infine la “Testimonianza” vera della mamma di Stefano , ragazzo autistico ,prima di concludere con “La sfida dell’Inclusione: i percorsi della Fondazione Giovanni Caporaso” a cura della dott.ssa Simona Boniello, responsabile ,appunto,della Fondazione Giovanni Caporaso di Benevento. Molto significativi i video proiettati sul tema trattato e l’attenzione dei ragazzi, avidi di conoscenza e principali protagonisti del processo di integrazione.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here