DIGA DI CAMPOLATTARO, INVESTIMENTI PER RENDERE POTABILE L’ACQUA 

E’ ormai prossima la definizione di un piano di investimenti per l’utilizzo della risorsa idrica
dell’invaso di Campolattaro sul fiume Tammaro, compresa la
manutenzione straordinaria e la messa in sicurezza delle opere
esistenti. Un tavolo operativo sarà istituito tra la concessionaria
Acqua Campania spa della Regione Campania e la Provincia di Benevento
per elaborare entro trenta giorni il piano di dettaglio degli
interventi strutturali. E’ frutto di una intesa istituzionale
raggiunta dopo alcuni mesi di lavoro tra la Regione e la Provincia di
Benevento, concessionaria della Diga, cui il presidente della
Provincia, Antonio Di Maria, ha formalmente aderito con una sua
deliberazione.

Nei giorni scorsi aveva ricevuto la richiesta formale da parte della
Acqua Campania spa di avviare la procedura per la realizzazione del
potabilizzatore per dare piena funzionalità all’invaso artificiale
sorto tra le città di Morcone e Campolattaro. La Diga di Campolattaro
finanziata dalla disciolta Cassa per il Mezzogiorno sul finire degli
anni settanta, fu strutturalmente completata nel 1995: costò circa 250
miliardi di lire dell’epoca, l’impianto fu successivamente affidato in
concessione alla Provincia di Benevento.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here