OSSERVATORIO DEI GIUDICI PER LA CHIUSURA DEL CORSO IN CRISI D’IMPRESA

A chiusura del corso di Alta Formazione in “Diritto delle crisi di impresa”,organizzato dall’Università Giustino Fortunato e patrocinato dalla Scuola Superiore dell’Avvocatura, è prevista una giornata dedicata all’Osservatorio dei Giudici e alla presentazione degli Indicatori della crisi, da cui deve partire l’attivazione degli strumenti d’allerta introdotti dal Codice della Crisi d’impresa. L’iniziativa è prevista il 17 aprile nell’Aula Magna dell’UniFortunato.

La sessione mattutina, che ha inizio alle ore 10, sarà dedicata all’Osservatorio dei Giudici, coordinato da Michele Monteleone, Presidente della Sezione Civile del Tribunale di Benevento e composto da Michele Cuoco, Giudice delegato presso questo Tribunale, da Maria Novella Legnaioli, Presidente della Sezione fallimentare del Tribunale di Prato e da Pasquale Russolillo, Giudice delegato presso il Tribunale di Avellino. L’evento è una sorta di tavola rotonda in cui i giudici dialogheranno tra loro e con il pubblico su argomenti che spazieranno dagli accordi di ristrutturazione, al concordato preventivo, alla liquidazione giudiziale.

La sessione pomeridiana, che inizierà alle 14,30, sarà invece dedicata alla presentazione degli Indicatori della crisi – ossia gli indicatori di bilancio predittivi del default – “spie luminose” che dovrebbero costituire lo stimolo per l’attivazione degli strumenti d’allerta introdotti dal Codice della Crisi che prevede il monitoraggio di appositi indici, come il rapporto tra flusso di cassa e totale dell’attivo, il rapporto tra patrimonio netto e totale del passivo, che diano evidenza della sostenibilità dei debiti per almeno i sei mesi successivi e delle prospettive di continuità aziendale per l’esercizio in corso.

Alla sessione pomeridiana partecipano Giannicola Rocca, Dottore commercialista, Presidente della Commissione Crisi, ristrutturazione e risanamento d’impresa dell’ODCEC (Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili) di Milano e Alessandro Fischetti, Ceo della Società Leanus, che è autrice di uno studio nel quale sono evidenziati i rischi derivanti dall’introduzione di automatismi che trovano scarso riscontro nella capacità di cogliere le dinamiche reali della vita di un’impresa.

Entrambe le sessioni sono coordinate dalla responsabile del corso di Alta Formazione, la professoressa Stefania Pacchi, ordinario di diritto commerciale presso l’Università di Siena.

 

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here