25 aprile: Candiani, ‘essere a Corleone è rinnovo impegno che nel 1945 ci rese tutti liberi’

Corleone (Palermo), 25 apr. (AdnKronos) – “Essere qui oggi vuol dire rinnovare lo spirito del 25 aprile di 74 anni fa, perché la lotta alla mafia oggi è la nuova frontiera su cui tutti dobbiamo essere impegnati”. Lo ha detto all’Adnkronos il sottosegretario Stefano Candiani, a Corleone per la visita del vicepremier Matteo Salvini. “L’Italia non sarà mai totalmente libera nel momento in cui esisteranno ancora mafia e ndrangheta, o camorra, qualsiasi forma di sopruso. Essere qui oggi, tagliare il nastro del commissariato è un momento di rinnovo dell’impegno che nel 1945 ci rese tutti liberi”, dice.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here