“H2Gol lo sport ci unisce”: triangolare solidale tra Gesesa, migranti e giornalisti

Sono scesi in campo, sul manto verde del Meormatini di Benevento, i dipendenti della Gesesa, i migranti ospiti degli Sprar gestiti dalla Caritas ed una rappresentanza di giornalisti sanniti in un triangolare di calcio all’insegna della solidarietà e dell’integrazione.

L’iniziativa “H2Gol” è organizzata da Gesesa in collaborazione con la Caritas di Benevento ed il patrocinio del Comune di Benevento; tra i partners Unicef, il Centro Sportivo Italiano e la collaborazione della Misericordia di Benevento.

I giocatori della rappresentativa degli Sprar sono scesi in campo con palloncini nero simbolo dell’Africa, la squadra della Gesesa blu per simboleggiare l’Europa ed i giornalisti con palloncini gialli e rossi.

L’inno di Mameli, cantato da Marcella Parziale ed accompagnato dalle ballerine del Centro Studi Carmen Castiello, ha sancito l’inizio del torneo con calcio d’inizio affidato al commissario della Polizia di Stato, Alfonso Mercaldo. A vincere il triangolare la Gesesa, premiata dalla consigliera alle pari opportunità Patrizia Callaro; al secondo posto i migranti degli Sprar ed al terzo i giornalisti.

Presenti alla conferenza, moderata dal giornalista Giovanni Fuccio, il presidente Gesesa, Luigi Abbate; il vicesindaco di Benevento, Luigi De Nigris; l’assessore alle Politiche Sociali, Luigi Ambrosone.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here