Premio Carli: Liuzzi, ‘mio nonno avrebbe voluto Europa con più anima’

Roma, 10 mag. (AdnKronos) – “Quando Guido Carli firmò il Trattato di Maastricht immaginava un’Europa di crescita, occupazione e solidarietà, non di manovre correttive”. Ad affermarlo è Romana Liuzzi, la nipote di Guido Carli, che all’epoca della firma del Trattato era ministro del Tesoro.

Liuzzi presiede la Fondazione intitolata all’ex governatore della Banca d’Italia ed oggi ha introdotto la cerimonia di consegna del Premio Guido Carli giunto al suo decennale.

“Cosa direbbe mio nonno di fronte all’Europa di oggi? Certamente che avrebbe bisogno di più anima e meno pallottoliere”, spiega a margine della premiazione.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here