Palermo: falsi incidenti, intercettazioni ‘Sto insegnando il mestiere al bambino’

Palermo, 15 mag. (AdnKronos) – “Sto insegnando il mestiere al bambino, a mio nipote. Capito?”. A parlare, senza sapere di essere intercettato è uno degli arrestati nell’ambito dell’operazione dei Carabinieri di Palermo che hanno scoperto un giro di falsi incidenti con le vittime che si facevano rompere le ossa pur di avere in cambio un piccolo risarcimento danno. Il tutto inscenando un incidente stradale. Nel corso della conversazione, uno dei due interlocutori dice all’altro che non sarebbe stato il caso di inscenare l’ennesimo falso incidente stradale a Carini. “…Sì, no che c’entra a Carini compà? Lo facciamo da me…”. ”… A Carini sempre non può essere compà!…”. invitandolo, nel contempo, a raggiungerlo con la futura vittima”. “Bravo, bravo… prendi lui e scendi tu…”.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here