Piaggio Aerospace: Apa (Uilm), ‘non passerelle per Di Maio ma fatti concreti’ (2)

(AdnKronos) – ”Speriamo vivamente che il Ministro vada a Villanova con dei contratti in mano e con le relative coperture e non con delle chiacchiere. Se così non fosse gli ricordiamo che la Piaggio ha soldi in cassa ancora per poco e i lavoratori in Cigs senza commesse non faranno che aumentare”, continua Apa.

Il Commissario, aggiunge, “deve chiedere la proroga per scrivere un piano industriale solido in modo da rendere la Piaggio appetibile sul mercato, ma senza i contenuti promessi dal Governo non ci sono le condizioni per fare alcun piano. Il tempo delle chiacchiere e delle passerelle è finito molto tempo fa. Ora bisogna passare ai fatti mettendo a disposizione della Piaggio una serie di commesse sui 4 sistemi del p1hh, completandone la certificazione, di 10 p180 e altri 19 per l’ammodernamento della flotta per tutelare la continuità produttiva, e rimettere Piaggio sul mercato”.

”La flotta di p180 in dotazione ai corpi dello Stato ha più di trent’anni. E dalle cronache di questi giorni vediamo che è ancora molto utilizzata e apprezzata, anche dal Vice Ministro Salvini, per i suoi spostamenti. Il Governo faccia la sua parte allora, per quanto promesso e avvii subito l’iter per firmare dei nuovi ordini cosicché, assieme ai motori e al customer service, la Piaggio possa essere rimessa sul mercato e venduta senza pericoli di spezzatini o altre soluzioni poco credibili”, conclude Apa.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here