Palermo: fiumi di droga dalla Campania alla Sicilia, 19 arresti (2)

(AdnKronos) – A fornire la droga erano Giovanni Visiello e Savino Intagliatore che in più occasioni si sono spostati dalla Campania a Palermo per incontrare Di Maggio e Dragotto. Il ruolo di corriere del denaro per il pagamento delle fornitura era affidato a Pietro Morvillo che provvedeva anche alla cessione dello stupefacente ai pusher. Il cassiere dell’organizzazione era invece Tommaso Marchese che per nascondere il denaro utilizzava sia il distributore di carburante da lui gestito in viale Michelangelo che la casa dei suoceri, Vito Lo Grasso e Angela Caruso, ora ai domiciliari.

Ad occuparsi di nascondere la droga erano anche Giampiero Badagliacca e Silvana Greco, anche loro ai domiciliari, insieme a Daniele Spataro, collaboratore di Tarantino nell’attività di spaccio al dettaglio. L’organizzazione poteva anche contare su Michele Spartico, 26 anni, che si occupava di accompagnare in aeroporto i ‘due Paoli’ ma anche di prenotare gli alloggi per i corrieri e i fornitori di stupefacenti, partecipando a riunioni operative.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here