Tentato omicidio e maltrattamenti in famiglia. Operazione della Polizia.

Sarebbe potuta diventare una tragedia se qualcuno non avesse segnalato alla polizia le continue violenze cui
il marito la sottoponeva da diversi mesi. Minacce e aggressioni
continue tanto da spingere la donna a tentare il suicidio. Ieri gli
agenti della squadra Mobile hanno arrestato l’uomo, un 56enne
beneventano, dando esecuzione a un’ordinanza emessa dal gip del
tribunale di Benevento su richiesta della procura. Era da tempo che
gli uomini del vice questore aggiunto, Emanuele Fattori, tenevano
d’occhio la vicenda che era stata segnalata in questura da un’amica
della moglie che, esasperata e stanca, non aveva il coraggio di
denunciare tutto ciò che subiva. L’uomo la offendeva, la picchiava
causandole ecchimosi su tutto il corpo e la costringeva, a volte, a
dormire sul balcone. Recentemente aveva provato anche a strangolarla,
ma gli interventi del figlio prima e di una pattuglia della Volante
poi avevano scongiurato il peggio.

La donna aveva lasciato l’abitazione ma il 56enne la tormentava
vessandola con continue telefonate esasperandola al punto tale da
indurla a tentare il suicidio. L’uomo è stato condotto presso la casa
circondariale di Benevento: dovrà rispondere dei reati di tentato
omicidio e maltrattamenti in famiglia.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here