205° Arma dei Carabinieri, Col. Puel saluta. Da settembre arriva il Col. Germano Passafiume

E’ l’ultimo discorso da comandante provinciale dei carabinieri di Benevento quello che il colonnelloAlessandro Puel ha pronunciato questa mattina per la celebrazione del
205esimo anniversario dalla fondazione dell’Arma. A settembre l’attuale vertice della Benemerita lascerà Benevento per assumere il comando di un’altra caserma.

Al vertice del Comando Provinciale di Benevento arriverà Germano  Passafiume. Tutto questo è stato ufficializzato nel corso della diretta trasmessa come ogni anno da Tv7.

“Uno degli aspetti che mi ha colpito positivamente della gente del Sannio – ha detto all’Adnkronos – è l’accezione positiva della parola orgoglio, della propria identità. Il
difendere i propri valori con dignità nonostante le difficoltà della
attuale congettura. Chi verrà dopo di me sarà una persona meravigliosa
che vedrà problemi che io non ho visto e proporrà soluzioni che io non
proposto”. Al suo posto, a settembre, il colonnello Germano Passafiume
“cui mi lega un’amicizia di lunga data”. Puel nel discorso letto nel
piazzale retrostante della caserma ha tracciato un bilancio
dell’ultimo anno.

“La prossimità capillare delle stazioni forestali e territoriali ai 78
Comuni sanniti – ha spiegato – ci ha consentito di raccogliere le più
diversificate esigenze delle famiglie e delle istituzioni,
raggiungendo soluzioni tempestive e condivise, perché fondate sulla
conoscenza quotidiana delle persone; le loro difficoltà; e i loro
bisogni. Lo abbiamo fatto, ad esempio, insieme alla Croce Rossa
Italiana, firmando un protocollo di intesa che, in una prospettiva di
sussidiarietà, ci porterà ad avere defibrillatori a bordo delle
‘gazzelle’ che pattugliano le aree più impervie del territorio e che,
nell’ultimo anno, hanno soccorso le famiglie sannite in 358 incidenti
stradali”.

Nell’ultimo anno “abbiamo perseguito – ha concluso – oltre l’80% dei
reati denunciati; intervenendo in più di 500 dissidi e violenze
familiari o sentimentali, secondo un modello operativo che coniuga la
conoscenza del territorio delle stazioni carabinieri con la vocazione
investigativa del Reparto Operativo e del Nucleo Investigativo di
polizia ambientale e forestale. Dal 2017 a oggi, sono stati
identificati gli indiziati di tutti gli omicidi tentati e consumati
nel territorio. Da ultimi, quelli commessi in Frasso Telesino e
Durazzano”.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here