NASCE LA SCUOLA REGIONALE DI “CITTADINANZA EUROMEDITERRANEA”

Parte  a Benevento la scuola regionale di “Cittadinanza Euromediterranea” che ha l’obiettivo di
sensibilizzare e coinvolgere i giovani nella consapevole e concreta attuazione dei diritti e dei doveri della cittadinanza attiva e responsabile, di favorire la diffusione di una cultura integrata
dell’identità europea, della solidarietà, della sostenibilità e del benessere, tramite l’apertura dei processi educativi a modelli comportamentali virtuosi. Il corso prevede la partecipazione di 46
allievi (giovani non impegnati in attività lavorative, di studio e di formazione; giovani studenti universitari o laureati ancora inseriti in un percorso di formazione e giovani appartenenti ai Forum comunali della Regione Campania).

A presiedere l’evento inaugurale presso l’Università degli Studi del
Sannio è stata l’assessore alla Formazione e alle Pari Opportunità
della Regione Campania, Chiara Marciani. “L’obiettivo della Regione
Campania, attraverso questo corso – evidenzia l’assessore Marciani – è
quello di sensibilizzare e formare i giovani nel rispetto dei diritti
e delle regole formandoli a una cittadinanza attiva, responsabile,
solidale e sostenibile. La scuola adottata mira a creare un
laboratorio stabile di animazione culturale e formazione di competenze
e specifiche professionalità, dirette alla cooperazione rafforzata per
lo sviluppo sostenibile, declinato attraverso i 17 obiettivi
dell’Agenda 2030 dell’Assemblea Generale dell’Onu. Ai nostri ragazzi
vogliamo offrire una mappa dei diritti e dei doveri civili nella quale
orientarsi, non una direzione da seguire”.

Tra gli interventi anche quelli dei rettori dell’Università degli
Studi del Sannio, Filippo de Rossi e dell’Università degli Studi di
Napoli l’Orientale, Elda Morlicchio, partner del progetto; del
componente del Centro italiano Solvit presso la Presidenza del
Consiglio dei Ministri-Dipartimento per le Politiche Europee, Massimo
Santorelli; dell’esperto legale per l’Italia – ‘La Tua
Europa-Consulenza’ – Ernesto Razzano; del consigliere regionale,
Erasmo Mortaruolo; della promotrice e responsabile dell’iniziativa,
Antonella Tartaglia Polcini, ordinario di diritto civile e Jean Monnet
professore presso l’ateneo del Sannio; dei docenti referenti Giuseppe
Cataldi e Roberto Virzo e del presidente dell’Instituto de Derecho
Iberoamericano José Ramón de Verda y Beamonte.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here