Grillo: “Mancata programmazione penalizza sanità pubblica”

Matera, 10 giu. (AdnKronos Salute) – “Sto affrontando una serie di problemi contingenti e gravissimi che stanno mettendo a repentaglio la tenuta del servizio sanitario pubblico. Purtroppo qui c’è una parte di programmazione molto pesante, che non è stata affrontata in questi anni e che sta mettendo con le spalle al muro tantissimi miei colleghi. Stiamo lavorando su questo”. Lo ha detto il ministro della Salute, Giulia Grillo, intervenendo – via Skype – ai lavori del 38esimo congresso nazionale dell’Associazione chirurghi ospedalieri italiani in corso a Matera.

Facendo riferimento alla carenza di “medici specialisti in alcune aree critiche della nostra sanità pubblica e senza i quali oggi non è possibile portare avanti servizi essenziali”, il ministro ha accennato al caso del Molise e alla mancanza di alcuni medici ortopedici e di altri medici specialisti, senza i quali “rischiavano di chiedere totalmente dei servizi”.

“Grazie a un grande lavoro e anche a una leale collaborazione con le istituzioni delle Regioni vicine – ha detto – siamo riusciti a risolvere questo problema. Ma come sapete è veramente una situazione complicata, sto cercando di affrontare l’argomento con una serie di atti emergenziali perché altro non posso fare. Aumentando ad esempio le borse al massimo. Il problema – ha concluso – è affrontare una riforma strutturale seria che cambi la formazione post laurea di medici, e che aiuti ad avere un sistema più fluido, come nel resto d’Europa”.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here